Featured post

Meditazione guidata. Rilassamento e benessere

meditazione guidata
meditazione guidata

La meditazione guidata è una pratica antichissima di concentrazione delle mente, finalizzata al rilassamento, alla pace interiore e alla cura di sé. È praticata da secoli (anche millenni) in tutto il mondo con tecniche diverse: da soli o in gruppo, attraverso posture differenti, intonando un mantra oppure in silenzio. I benefici di questa pratica sono d’aiuto nella vita di tutti i giorni e in situazione di malessere specifiche, per il benessere fisico e psichico.

Attenua lo stress fin dalle prime sedute, perché abbassa i livelli di cortisolo presenti nel sangue e incrementa la produzione di serotonina. È una cura naturale contro stati d’ansia e depressivi.

Migliora le capacità della memoria e della concentrazione e sviluppa le potenzialità umane.
È un ottimo metodo per entrare in contatto con se stessi, riflettere con calma e lucidità sui propri obiettivi e sulle proprie scelte, favorendo anche una migliore gestione delle emozioni e conducendo a una stabilità emotiva.

Meditazione Guidata

Uno dei metodi conosciuti è quello della meditazione guidata: una voce di sottofondo aiuta il praticante al raggiungimento di uno stato di tranquillità e pace con la ripetizione di frasi ad hoc e tecniche di visualizzazione. La voce guida è di enorme aiuto, specialmente le prime volte, perché accompagna il praticante verso uno stato di rilassamento che sta alla base della meditazione. Molte persone hanno grandi difficoltà ad allentare la tensione della vita quotidiana, accumulando così stress e agitazione che vanno ad influire negativamente sia al livello psichico che fisico.

La pratica della meditazione guidata è spesso paragonata metaforicamente a un lago: se l’acqua è agitata per cause esterne o interne, turbinii associabili a limiti psicologici e paure, sicuramente sarà torbida. Al contrario, l’eliminazione temporanea di questi fattori porterà lo specchio del lago a uno stato naturale di quiete e limpidezza.

La meditazione guidata è uno dei metodi più efficaci per raggiungere uno stato di profonda calma e tranquillità, ed è una tecnica studiata per facilitare il percorso del praticante nel raggiungimento dello stato di rilassamento.

Con la meditazione trascendentale guidata, la voce guida suggerisce la ripetizione di una frase, una parola o un suono: un mantra.

L’esperienza della trascendenza crea la condizione ideale per attivare la capacità connaturata di risanamento del corpo. Nel momento in cui la mente trascende il più sottile impulso del pensiero, accede a uno stato di completo silenzio interiore. Ciò avviene in modo naturale, indipendentemente dalla tecnica utilizzata, e per questo motivo è un pratica utilizzabile da tutti.

Condividi !
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

7 Miti comuni di meditazione: cos'è la meditazione?

Common Meditation Myths: Just What is Meditation?


Miti comuni di meditazione: cosa significa meditazione?

La meditazione è un argomento caldo in questi giorni. Ne hai sentito parlare dappertutto.

E come qualsiasi argomento che è popolare nei feed di Facebook e nei nuovi spettacoli, ci possono essere una serie di miti e malintesi su di esso.

7 miti di meditazione

In questa prima parte di una serie in 3 parti su "Common Meditation Myths", vedremo cos'è la meditazione. Stranamente, la definizione della meditazione può essere una delle cose più complicate nell'imparare a meditare.

Che cosa è esattamente? È consapevole? Focalizzata? Seduto in consapevolezza aperta?

Vedremo molte delle idee che le persone hanno sulla meditazione e confrontarle con ciò che realmente è.

Mito 1: la meditazione è incentrata sulla concentrazione e concentrazione

Ci sono molte tradizioni e tecniche di meditazione. Anche se possono essere molto diversi, un tema comune è che la meditazione allena la tua mente.

In un modo o nell'altro, promettono di cambiare il tuo stato di coscienza, per aiutarti a vedere chiaramente, trovare la pace o acquisire la conoscenza di sé.

Per sviluppare queste abilità, alcune tecniche meditative usano concentrazione e concentrazione. Potresti concentrarti sul tuo respiro. Potresti riportare la tua attenzione su un singolo punto ogni volta che vaga.

Ma molte tecniche non si concentrano. Alcuni ampliano la tua consapevolezza per includere tutto ciò che ti circonda. Sei aperto Espansiva.

E ancora altre tecniche usano il canto, la visualizzazione, la contemplazione o i mantra.

A seconda del tipo di meditazione che utilizzi, concentrazione e concentrazione sono solo due delle pratiche che potresti sviluppare.

Mito 2: la meditazione è consapevolezza

La meditazione e la consapevolezza sono due termini comuni, entrambi con un significato ampio e vago. Possono essere confusi perché si riferiscono a molte cose diverse e sono spesso usati in modo intercambiabile.

Generalmente, la meditazione è una vasta categoria di pratiche per autoregolare e gestire la mente.

La consapevolezza è una delle pratiche. Si riferisce all'essere nel presente, pienamente consapevole di ciò che sta accadendo. Se sei consapevole del tuo respiro, sei pienamente consapevole e presente con l'esperienza della respirazione.

Puoi essere consapevole di ogni sensazione o esperienza – dalle sensazioni nel tuo corpo alle molte esperienze nella vita di tutti i giorni.

Ma nella cultura popolare, la meditazione e la consapevolezza spesso significano la stessa cosa.

Mito n. 3: meditare significa svuotare la mente

C'è un mito comune sul fatto che per meditare, devi fermare i tuoi pensieri. Se hai mai provato a farlo, probabilmente hai capito che non pensare è un compito molto difficile.

La radice di questo mito deriva da un comune risultato di meditare. Spesso la tua mente diventa più calma. Le chiacchiere sono più morbide e meno inquietanti.

L'immagine di un meditatore seduto con una mente vuota è rafforzata dalle molte immagini di san meditanti disponibili. Le immagini rendono difficile immaginare che i santi fossero seduti a pensare alla loro lista della spesa.

Questo mito finisce per confondersi con l'inizio. Mentre i tuoi pensieri possono essere meno intrusivi con una pratica di meditazione, non blocchi o combatti i tuoi pensieri per arrivare a quella fine.

Costringere i tuoi pensieri ad andarsene li rende solo più ribelli. Lavori con i tuoi pensieri, non contro di loro.

Mito n. 4: La meditazione può insegnarti abilità esoteriche come levitare

Ci sono alcune tradizioni di meditazione che credono che i maestri altamente qualificati possano ottenere alcune abilità davvero insolite e straordinarie (incluso levitare).

Tuttavia, la maggior parte delle tradizioni di meditazione non si concentra su queste pratiche. Anche se lo fanno, insegnano che queste abilità sono il risultato della meditazione, non l'obiettivo.

Mito n.5: la meditazione è spirituale

Per alcune persone, la meditazione è una pratica spirituale. La meditazione li fa sentire più vicini a un Potere Superiore o li aiuta a trovare una Verità più profonda.

Ma per gli altri, la meditazione è parte del loro regime di salute e benessere.

In entrambi i casi. Devi scegliere. La meditazione non è l'una o l'altra.

Mito 6: La meditazione è una pratica di benessere

Molte persone meditano per ridurre lo stress e aumentare la loro soddisfazione generale. Comprendono (e sempre più ricerche stanno confermando) che la meditazione fornisce molti benefici per la salute.

Ma per gli altri, meditare per la salute da solo sembra piatto.

La meditazione include una vasta gamma di pratiche che possono essere pratiche o spirituali.

Mito 7: La meditazione è … (compilare una tecnica particolare)

Ci sono molte tecniche che cadono sotto l'ombrello della meditazione.

Dalla concentrazione su un singolo punto alla seduta in consapevolezza aperta, dalla contemplazione di un koan (una domanda paradossale) alla visualizzazione di immagini complesse, dalle pratiche di seduta al camminare, dalla compassione alla contemplazione della natura della realtà, tutte queste pratiche molto diverse potrebbero essere chiamato meditazione.

Le pratiche meditative provengono da molte tradizioni diverse, da epoche diverse nella storia e da diverse parti del mondo. Alcuni vengono insegnati in ambito clinico e altri in uno spazio religioso.

Tipicamente le tecniche sviluppano la mente o inducono diversi stati di coscienza, ma esiste una vasta gamma di motivi per cui o come lo fanno.

E nonostante tutte queste differenze, queste pratiche sono tutte schiacciate dall'idea di "meditazione". Non c'è da meravigliarsi se la definizione della meditazione può essere fonte di confusione. La meditazione può essere molte cose.

Il prossimo mese esamineremo i comuni miti di meditazione su come meditate: miti che possono impedirvi di iniziare o che rendono più difficile la vostra pratica.

Julia Rymut
Cerchi la verità sulla mediazione (e altre domande filosofiche)? Così fa Julia. Julia Rymut gioca con la connessione mente-corpo mentre insegna yoga e meditazione. Unisciti alla sua mailing list su TaraTrue.com

Condividi !
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Proudly powered by WordPress