5 passi (più 1 meditazione) al perdono

5 Steps (Plus One Meditation) to Forgiveness


5 passi (più una meditazione) al perdono

Sai come so che la sta funzionando nella mia vita?

Per i principianti, non mi vergogno o mi pegno di qualcosa che ho fatto, o che non sono riuscito a fare. Mi mostro la stessa gentilezza e compassione che darei al mio migliore amico.

Ad esempio, la scorsa settimana ho deciso spontaneamente di partecipare a una meditazione comunitaria. (Adoro l'energia collettiva della meditazione di gruppo: condividere il silenzio è decadente e l'effetto a catena è potente.) Mi avvicino alla sala della meditazione con molto tempo, accoccolato in un angolo e sistemo.

La mia mente inizia a scandire il giorno. Non arriva molto lontano. Mi rallegro e sento una fitta di dolore quando mi rendo conto che ho completamente dimenticato una meditazione che mi è stata richiesta per guidare quella mattina.

Ero un no show Ero mortificato e devastato.

Poi, è successo qualcosa di magico.

Feci un respiro profondo, chiusi gli occhi e meditavo. Non mi sono picchiato. Non ho viaggiato nella tana del coniglio di quanto sono orribilmente imperfetto, imperfetto e indegno.

Non c'era nulla che potessi fare per cambiare ciò che accadeva. Mi sono offerto compassione e meditato per 30 minuti interi senza la tortura della colpa, della vergogna e dell'umiliazione.

Vivere nel passato

Quanto spesso lasciamo che il passato ci rode molto dopo che un'esperienza è finita, o ci lasciamo consumare da qualcosa o qualcuno che ci ha fatto del male?

Quando siamo profondamente feriti o vergognati, la tendenza naturale è quella di rivivere l'esperienza più volte: cosa è successo, chi ha fallito, che ingiustizia è stata fatta, cosa dovrebbe essere accaduto, cosa può essere fatto andando avanti per assicurarsi che non accada mai più, e così via.

Viviamo nel passato.

La situazione attuale del passato non è il problema. La riluttanza a lasciarsi andare è il problema.

Aggrapparsi al passato inizia un circolo vizioso di sofferenza. È tossico. Blocca il flusso naturale di energia. La tensione e lo stress si accumulano nel corpo. La vitalità è persa. Alla fine, l'infiammazione e la malattia si insediarono.

L'unico modo per essere liberi dalla sofferenza è lasciar andare e perdonare, sia noi stessi che gli altri.

Il richiede coraggio e compassione.

Non ignora la verità di quello che è successo. Non condona il comportamento. Sapevo di aver fatto un terribile errore. Ho promesso di non lasciarlo mai più accadere (e in seguito ho avviato un sistema di backup per il mio calendario). Quindi, ho lasciato andare.

Quella meditazione è stata una delle esperienze più meravigliose. Perdono istantaneo È raro, specialmente per se stessi.

Il vecchio me si sarebbe battuto implacabilmente per gli altri deludenti. Scenderò a spirale verso un luogo di indegnità. Le voci incessanti nella mia testa ripetevano di dirmi quanto immeritevole di amore, appartenenza e connessione sono.

La meditazione aumenta l'auto-compassione. È un potente strumento per iniziare il processo di perdono.

Perdona te stesso. Perdona gli altri Rilascia il passato e guarisci nel momento presente.

Cinque per il perdono

Questi 5 passi e la Meditazione del Perdono apriranno la porta al tuo cuore e porteranno compassione e comprensione a te stesso e agli altri.

  1. Riconoscere
    Inizia il processo di perdono notando dove l'energia è bloccata. Il corpo non mente mai. Ricorda un'esperienza dolorosa nel passato o un argomento che cerchi di evitare. Pensa a quell'esperienza.

Noti sensazioni fisiche nel corpo? Cosa senti? Dove ti senti?

Il disagio fisico o le emozioni negative sono segni che qualcosa deve essere rilasciato. Fai del tuo meglio per non resistere o ignorare i messaggi dal corpo. Sono segni intelligenti per aiutarti a guarire e riequilibrare.

  1. Chiedere informazioni
    Rifletti sull'esperienza. Se coinvolge un'altra persona, diventa curioso di sapere cosa stanno attraversando che ha portato alle loro azioni.

Entra nei loro panni. Senti il ​​dolore che potrebbero aver provato. Si noti qualsiasi conflitto, confusione o pressione esterna che hanno dovuto navigare. Quali sentimenti interiori di paura, vergogna o indegnità potrebbero essere stati presenti?

Tutti, compreso te, stanno facendo il meglio che possono dal loro livello di consapevolezza, non importa quanto teso o confuso potrebbero essere stati in quel momento. Lo stress influenza la qualità del processo decisionale. Le reazioni non sono mai le stesse in situazioni stressanti. Inizia a dare contesto all'esperienza e capisci da dove potrebbe provenire la persona.

  1. Processi
    Non c'è niente di divertente nel rivivere le ferite del passato, ma la realtà è che succede ogni giorno che non perdoni. Camminate portando il dolore passato, la rabbia e il risentimento. È pesante. È buio. È dannoso.

Fai il lavoro più profondo (in alcune situazioni ci sono molti livelli da rilasciare). Quanto prima e più spesso pratichi il perdono, più diventa facile.

Metti da parte il tempo tranquillo per provare emozioni e sensazioni associate all'esperienza.

Trova uno spazio indisturbato e sicuro per consentire a ogni emozione di emergere. Respirare in ogni sensazione permettendo che l'espirazione pulisca e che l'inalazione guarisca e porti nuove possibilità.

Sii consapevole di non giudicare, analizzare o allontanare il disagio. Ti esorto … semplicemente noti cosa succede e sii gentile e compassionevole con te stesso.

  1. Riconoscere
    Quello che è successo nel passato è passato. Il dolore è reale, ma alla fine il dolore si attenua e un'altra esperienza prende il suo posto.

La sofferenza è l'assassino. Continua quando ti aggrappi al passato o ti rifiuti di andare avanti.

Riconoscere il danno fisico, mentale, emotivo e spirituale delle emozioni negative residue e in corso.

Sei esattamente dove sei destinato a essere. Riconoscilo. Forse, prendi un momento di gratitudine.

Ogni esperienza è un'opportunità di crescita. A volte può essere difficile vedere il dono nei momenti difficili, ma la luce emerge sempre dall'oscurità.

  1. Ricevi Presente
    Incontra il momento presente con nuova consapevolezza. Il momento presente non è toccato dal passato o dal futuro.

La meditazione è uno strumento potente per accedere al momento presente e aiutare nel processo di perdono. Durante la meditazione, accedi a un campo infinito di possibilità che vanno oltre il pensiero, il dolore e la sofferenza.

Usa questa meditazione per alleviare la sofferenza, guarire le ferite passate e riconnettersi con il tuo vero sé:

Condividi !
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Proudly powered by WordPress