Categoria: meditazione

In che modo la meditazione migliora la nostra capacità di trasformazione

Meditation and Ttransformation


Meditazione e Ttransformation

Ho dedicato la mia vita all'esplorazione del profondo potenziale di trasformazione che tutti gli esseri umani possiedono.

In questa ricerca ho avuto la grazia di sperimentare la trasformazione al centro del mio essere e di avere altre anime pionieristiche da esplorare intimamente.

Tutta questa esperienza ha portato con sé una incrollabile convinzione che esiste una profonda relazione tra meditazione e trasformazione.

In questo post condivido la mia comprensione di come e perché l'esperienza della meditazione migliora profondamente la nostra capacità di trasformazione.

La meditazione non è SOLO seduta con gli occhi chiusi

Prima di tutto vorrei essere chiaro che quando parlo di meditazione, non mi riferisco solo a stare seduto ad occhi chiusi.

Parlo del profondo abominio nell'esperienza di chi siamo oltre la mente. La postura o la forma che dà inizio alla permanenza non conta in definitiva.

Tutto ciò che conta è che andiamo oltre i limiti assunti della mente.

Vedete, la nostra consapevolezza è condizionata a rimanere fissi su una certa gamma di pensieri, sentimenti e percezioni sensoriali in ogni momento. Poiché questo è ciò che siamo abituati a percepire, assumiamo che è tutto ciò di cui dobbiamo essere consapevoli.

Ma non è tutta la storia.

Uno dei miracoli della meditazione è la scoperta che possiamo percepire più di quanto la nostra mente possa. C'è molto altro da sapere di quello che sa la tua mente.

La meditazione, che sia seduta con gli occhi chiusi o no, si verifica quando scopri come rimuovere la tua attenzione da qualsiasi cosa in particolare e permettergli di fluttuare liberamente nella coscienza.

Quando si verifica la meditazione, è come rendersi conto che puoi volare.

Vivi tutta la tua vita ancorata a una ristretta gamma di pensieri, sensazioni e sensazioni, e all'improvviso ti ritrovi a fluttuare a mezz'aria. Nulla è più esaltante o alterante della mente della libertà che trovi nella vera meditazione.

La relazione tra meditazione e trasformazione

Per capire la relazione tra meditazione e trasformazione, la prima cosa che dobbiamo realizzare è che la nostra attuale esperienza di essere umani è un piccolo sottoinsieme di un vasto campo di possibilità cosciente.

Sappiamo che i nostri occhi percepiscono solo una parte ristretta dello spettro elettromagnetico e che le nostre orecchie ascoltano solo una piccola gamma di frequenze sonore.

Allo stesso modo, le nostre menti sperimentano solo una piccola parte di un vasto campo di coscienza.

Come ho già affermato, uno dei grandi miracoli che possono essere scoperti attraverso la meditazione è che abbiamo la capacità di sperimentare la coscienza oltre ciò che la nostra mente è capace di sperimentare.

Non siamo le nostre menti e la nostra capacità di sperimentare non è limitata dalle nostre menti. Questa scoperta è come vedere oltre ciò che l'occhio può vedere, o ascoltare oltre ciò che l'orecchio può sentire.

Abbiamo molto più accesso alla coscienza di ciò che la mente sperimenta da sola.

Tutta la realtà è in costante flusso

La prossima cosa che dobbiamo realizzare per apprezzare la relazione tra meditazione e trasformazione è che tutta la realtà è in costante flusso. Siamo nati in uno scoppio di esperienza inintelligibile.

Pian piano impariamo come filtrare la nostra percezione in modo da stabilizzarci in una particolare esperienza di essere qualcuno. All'interno di un flusso incessante di esperienze, ci siamo temporaneamente stabilizzati nell'esperienza di essere "io".

Tenendoci concentrati su una parte limitata del campo di esperienza in continua evoluzione, siamo in grado di sperimentare noi stessi come un essere statico.

Per stabilizzarci in una particolare identità dovevamo imparare a rimanere ostinatamente fissi su una ristretta fascia di coscienza, l'esperienza di essere me stesso.

Quella abitudine di attirare l'attenzione sull'esperienza di essere me è così forte che abbiamo dimenticato che c'è un'altra possibilità. La maggior parte delle persone vive la propria vita impegnata a essere chiunque abbia imparato ad essere al primo posto.

Alcuni di noi si interessano alla trasformazione. Iniziamo a sentirci soffocati dal senso fisso del sé che siamo. Iniziamo a renderci conto che siamo più di questo, ma non sappiamo come rompere l'abitudine alla fissazione mentale che mantiene la nostra identità sul posto.

Se vogliamo trasformare ed espandere la nostra esperienza di coscienza e identità, dobbiamo togliere la nostra attenzione dalla piccola banda di possibilità a cui ci atteniamo abitualmente.

La meditazione è una pratica per liberare la nostra consapevolezza.

L'esperienza della libertà è il primo miracolo della meditazione. Il secondo è la scoperta che una volta che la nostra attenzione è stata liberata dalla stretta aderenza al nostro attuale senso del sé, siamo disponibili ad entrare in un naturale processo di crescita.

Una volta scoperto il miracolo della coscienza fluttuante, iniziamo a realizzare qualcosa di ancora più miracoloso. La coscienza si espande naturalmente.

La trasformazione della coscienza è ciò che sperimentiamo non appena smettiamo di trattenerci in un solo punto della coscienza.

All'improvviso tutto ha un senso. La crescita è una parte naturale della vita. Tutto cresce senza bisogno di essere forzato.

Gli alberi non devono forzarsi attraverso lo sforzo per crescere dal seme alla maturità, né fare fiori, animali o uccelli.

La crescita è fondamentale per la natura essenziale dell'essere vivi.

Perché la coscienza non dovrebbe crescere allo stesso modo?

Mentre entriamo in un processo di crescita, ci rendiamo conto che nello stesso momento in cui abbiamo cercato di cambiare, ci siamo anche aggrappati a ciò che siamo.

Spingere fuori dal passato è solo un altro modo di aggrapparsi ad esso.

L'esperienza della meditazione è l'esperienza di lasciar andare chi siamo. E non appena lasciamo andare chi siamo, siamo invitati ad entrare in un processo naturale di crescita ed evoluzione.

La meditazione profonda ci permette di lasciar andare chi crediamo abitualmente che siamo così che siamo liberi di diventare più di questo.

Ecco perché lo vedo come una parte essenziale del processo di trasformazione.

Condividi !
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Proudly powered by WordPress