Categoria: meditazione

Venire! Lascia andare e balla la tua strada verso Dio! Come Mystics, Dance in Ecstasy!

Scappa dalle città e dalle città. Esci negli ampi spazi aperti nel grembo della natura. Quando prendi tutto – l'infinito orizzonte, il vento che sussurra, gli alberi ondeggianti, le nuvole che scivolano, il sole o la luna che si muove – scopri che è tutto un ballo! Se solo "lasci andare" per un po 'di tempo, sentirai che tutto è costantemente celebrando la vita, ballando intorno a te.

Dentro di te, qualcosa si muove – una danza si risveglia. E tu vuoi ballare con il vento e gli alberi, le nuvole e il sole. Tutto diventa sacro. Non essere felici significa essere ingrati all'esistenza. Quindi ti lasci andare e danzi in ringraziamento alla natura, all'Essere Supremo che sei vivo per sperimentarlo.

La stessa sensazione ti viene in meditazione. Quando hai esaurito il tuo corpo con movimenti vigorosi e non riesci più a sopportarlo, diventi fermo e lascia che tutto si stabilizzi. La mente si ferma per un po '. Allora la pace scende su di te. Perdi il conto del tempo e vai a fluttuare nell'aldilà. Non vuoi che questo finisca mai. Ma lo fa e poi vuoi festeggiare e da solo il corpo irrompe in una danza aggraziata.

Nell'antica India, questo ballo era rappresentato come il Natraj – quando Lord Shiva divenne il Gran Maestro della Danza. Questo 'Natraj' posa è il ritratto definitivo di tutta la danza nei secoli. Ogni 'mudra' o il gesto ha un significato profondo e vale la pena comprenderlo e seguirlo.

Nel corso dei secoli, i mistici hanno ballato in questa estasi. Le cosiddette persone normali che vivono con le loro teste non riescono a capire questo: "Perché Mira, il devoto totale di Sri Krishna, improvvisamente danzando?"

I sufi ballano. Sono così ubriachi del loro vortice da poter continuare a ballare per ore – come in trance. Ma sono completamente all'erta e molto concentrati mentre girano su un singolo punto. In tutto il Medio Oriente, il Nord Africa e l'India del Nord, i Sufi cantano e ballano quando non riescono più a reggere la loro esaltazione.

I Baul Mystics ballano. Cantano e ballano nell'India occidentale per esprimere la loro felicità. Danzano da soli da soli perché sono così pieni del succo della meditazione.

Poi c'era George Gurdjieff, il mistico Maestro russo, che visse circa 50 anni fa. Dal Nord Africa, dal Medio Oriente all'Afghanistan, ha cercato e influenzato dai ballerini Sufi, ha ideato le sue danze speciali note come danze di Gurdjieff come fulcro della meditazione.

In definitiva, Osho ha incorporato tutte queste tecniche di danza nelle meditazioni che ha creato. Il più importante di loro è chiamato – non c'è da meravigliarsi – Natraj. Le altre importanti meditazioni di Osho ruotano attorno alla danza per celebrare. Questo numero presenta tutte queste danze come meditazione e celebrazione. Con queste tecniche, Osho ci permette di sperimentare la gioia, la felicità, l'estasi della danza per raggiungere l'irraggiungibile, conoscere l'inconoscibile. Tranne l'uomo, l'intera esistenza danza. Vieni, diventa un pagano, un Mira, un Sufi, un Baul, un Gurdjieff e balla verso Dio.

Condividi !
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Proudly powered by WordPress