Home / meditazione /  I quattro livelli di trasformazione

 I quattro livelli di trasformazione

Ci sono fasi psicologiche associate all'apprendimento una nuova abilità. È facile applicare i principi queste fasi ai di che avvengono nel recupero. Non solo recupero dalla dipendenza chimica, ma anche recupero da pensieri e comportamenti auto-sabotanti associati al pensiero ossessivo e negativo.

Quando si tratta di dipendenza, il progresso della trasformazione inizia con la negazione o con uno stadio noto come "incompetenza inconscia". Occasionalmente, il processo evolve fino ad avere un risveglio spirituale nella fase della "consapevolezza consapevole" di imparare a vivere in modo pulito e sobrio.

C'è un livello oltre la Coscienza di Dio di un Risveglio Spirituale. C'è uno stato di competenza inconscio che equivale a essere sul pilota automatico nel mondo di Dio. Questo grado di vigilanza richiede la volontà di rinunciare a tutto tranne la volontà di Dio; Ciò richiede un grande sforzo – fino a quando non richiede alcuno sforzo.

La parola "inconscio" in questo contesto significa: Awake – ma non a conoscenza. La competenza equivale alla gestibilità sulla propria vita.

Ricorda, questi quattro livelli di trasformazione si applicano a molte sfaccettature dell'esperienza umana.

I quattro livelli di trasformazione

1 – Incompetenza inconscia

2 – Incompetenza cosciente

3 – Competenza cosciente

4. Competenza inconscia

Livello 1 – Incompetenza inconscia:

La definizione di incompetenza inconscia è lo stato umano in cui c'è qualcosa di sbagliato in una persona, e inconsciamente sono consapevoli della sua esistenza. Di solito questo è il risultato del rifiuto. Dipendenti e alcolizzati non trattati, nel bel mezzo del caos, cadono in questo livello.

La vita di questa persona è veramente ingestibile e non lo sanno nemmeno. La negazione, essendo il meccanismo di difesa del cervello, prevale su questa persona dal sentire il dolore associato alla realtà e alla verità.

Se chiedi a questa persona se l'alcol o le droghe influenzano la qualità della loro vita, molto probabilmente risponderanno "no"! E il follow-up con affermazioni come "è la mia moglie che ha un problema" o "il mio lavoro fa schifo – è il vero problema".

Alcune forme di negazione legate all'incompienza inconscia:

Evasione – "non c'è sbagliato"
Flessione – incolpare gli altri
Riflessione – incolpa l'accusatore
Riducendo al minimo – "Non sono così male"
Razionalizzazione- "Se tu fossi in me"
Unicità – "I am different"

A volte, le conseguenze della negazione, "l'incompetenza inconscia" diventano troppo distruttive e la persona diventa consapevole del loro problema. Tuttavia, una persona con un disturbo della personalità a doppia diagnosi può avere un momento più difficile diventando abbastanza onesta da superare questa fase .

Per consentire il passaggio al livello successivo, le persone possono sperimentare momenti di chiarezza. Queste persone non sono pronte per agire; semplicemente non sono più inconsapevoli del problema.

Livello 2 – Incompetenza consapevole:

Questa è la consapevolezza cosciente iniziale che alcuni aspetti della vita sono diventati ingestibili. Non possedendo la vera chiarezza, in questo momento, la persona si sta ancora comportando in modo incompetente. È il riconoscimento di perdersi nei boschi senza la minima idea di quale direzione camminare.

Questo è quando le conseguenze negative del comportamento di una persona iniziano davvero a emergere. Cominciano a sorgere problemi di salute, insieme a perdita di autostima e integrità. La diapositiva verso il basso sembra prendere slancio una volta che la persona sale sull'ascensore per scendere:

L'ascensore che scende di solito assomiglia a qualcosa del genere:

Piano terra = bassi e alti estremi. L'ego parla primissimo e più forte. Pianificare il prossimo livello, o ripulire il relitto dell'ultimo evento inebriante, ha la priorità sul vivere nel presente. "Guarda qui sotto!"

1 ° piano in basso – Famiglia

La famiglia sa che c'è un problema con la persona che amano (o che erano soliti amare). È diventato il proverbiale elefante nella stanza. Una volta che la famiglia riconosce effettivamente il problema, di solito prende una delle due linee di azione – entrambe sono corrette:

1. Non fanno nulla sperando che il problema scompaia. Temono di parlare dell'elefante nella stanza.

2. Si lamentano, il che peggiora sempre le cose. Causa più stress con l'abuso e aggiunge la già bassa autostima. Per intorpidire questo dolore, l'abusatore berrà o utilizzerà.

Non hanno idea di come affrontare la persona che diventa pazza di fronte ai loro occhi. La persona che abusa di droghe e / o alcool è ora consapevole che c'è un problema a casa, anche se la maggior parte raramente ammetterà di essere la fonte.

2 ° piano in basso – Amici

Gli amici sani prendono le distanze dall'abuso di sostanze chimiche e gli amici malsani sono attratti dall'abusante. La persona tossicodipendente cerca "compagnia inferiore" o è completamente isolata. Sane acquister non ha bisogno di nulla a che fare con loro.

3 ° piano giù – Finanze

È costoso essere addictted. Il costo del liquore e dei farmaci da soli dovrebbe essere allarmante. Anche il costo delle opportunità mancate entra in gioco. Le scarse decisioni finanziarie dovute ai comportamenti compulsivi, determinano turbolenze finanziarie. Il costo delle conseguenze legali si presenta presto per la maggior parte.

4 ° piano in basso – legale

Accelerazione dei biglietti, violazioni dei segnali di stop, guida spericolata, guida sotto l'influenza e incidenti ripetutamente mettono le persone aggiunte davanti a un giudice.

Getta un po 'di violenza domestica e sconfinando e persino il cittadino, precedentemente pulito, si ritrova a fare viaggi in tribunale. Le aule dei tribunali sono piene di droga e alcolici.

5 ° piano in basso – Carriera

Questo è il punto di svolta per molti, in particolare le persone che hanno lavorato duramente per ottenere la loro carriera. Le persone tossicodipendenti tendono ad essere veramente brave a fingere, quindi per molti di loro, ci vuole un problema legale a mettere a repentaglio la carriera di una persona. Dopo un programma di assistenza ai dipendenti della società attiva, EAP, ho scelto di evitare "quelle persone" a tutti i costi. Dopo il mio arresto per possesso, e di fronte alla perdita della mia carriera nell'aviazione, quelle persone EAP sono diventate una delle mie risorse preferite.

6 ° piano in basso: carceri e istituzioni

Queste strutture raffinate sono piene di persone con alcolismo e dipendenza da droghe "non curate" o "non volentieri da trattare". Per alcuni, questa perdita di libertà è peggiore della morte.

7th floor down – Death

Chiedo ai miei pazienti e clienti di immaginarsi in una bara. Chiedo loro di pensare a cosa si dirà al loro funerale. Ho chiesto loro se pensano che moriranno se non accettano aiuto: più dell'80% alza le mani.

Il mio incontro personale con "l'incompetenza cosciente" mi ha portato a credere di essere senza speranza, e stavo semplicemente per morire un drogato. La mia cieca unicità mi diceva che "nessuna riabilitazione avrebbe funzionato per me" e "AA era per i dispiaciuti!" Posso totalmente relazionarmi con un drogato o un alcolizzato che crede davvero che non possano fermarsi. Molti muoiono piuttosto che passare alla fase successiva. Una persona può rimanere bloccata a questo livello per molto tempo. Le vecchie domande dicendo:

Le scelte sono:

BLOCCATO
COPERTO O
SOPRAED UP.

Livello 3 – Competenza cosciente:

Diventare consapevoli del fatto che abbiamo delle scelte è strumentale nella "competenza consapevole". Riconosciamo il bisogno di cambiamento, diventiamo consapevolmente consapevoli di non essere soli nel cammino della vita. Troviamo soddisfazione nell'aiutare gli altri. Ci assumiamo la responsabilità dei nostri pensieri e azioni.

Le persone che coinvolgono la competenza consapevole non sono solo consapevoli delle loro dipendenze; ricordano a se stessi ogni giorno le loro dipendenze. Le persone nuove in un programma in 12 fasi e le persone che completano il trattamento che sono diventate oneste, aperte e disponibili sono fermamente piantate in questa fase.

Molte di queste persone amano come si sentono con il loro nuovo apprezzamento per la vita, come Dio intendeva. Certe promesse iniziano ad avverarsi di solito completando il passaggio 9 dei dodici passaggi:

The Promises, si può trovare a pagina 83-84, del Big Book, Alcolisti Anonimi.

LE PROMESSE

Se siamo scrupolosi riguardo a questa fase del nostro sviluppo, saremo sorpresi prima di essere a metà strada. Conosceremo una nuova libertà e una nuova felicità. Non rimpiangeremo il passato né desideriamo chiuderci la porta. Comprenderemo la parola serenità e conosceremo la pace. Non importa quanto in basso siamo andati avanti, vedremo come la nostra esperienza può giovare agli altri. Quella sensazione di impotenza e autocommiserazione sparirà. Perderemo interesse per le cose egoistiche e guadagneremo interesse per i nostri simili. L'auto-ricerca scivolerà via. La nostra intera attitudine e visione della vita cambieranno. La paura delle persone e l'insicurezza economica ci lasceranno. Sapremo intuitivamente come gestire le situazioni che ci confondevano. Comprendiamo improvvisamente che Dio sta facendo per noi ciò che non potremmo fare per noi stessi.

Queste promesse sono parte integrante nel riconoscere i risultati del nostro impegno per la sobrietà. Tuttavia, c'è ancora molto spazio per la crescita dopo che le promesse cominciano ad avverarsi.

Sono molto protettivo nei confronti del processo in 12 passaggi. Ciononostante, una delle lamentele poste dai professionisti della salute mentale autorizzata e dal terapista cognitivo comportamentale riguardo a dodici programmi di step è che: Dopo aver raggiunto la sobrietà a lungo termine, molti Dodici Stepper tendono a rimanere su quanto sono malati. Questa critica ha qualche merito.

Alcune persone in fase di recupero potrebbero rimanere permanentemente bloccate in questa fase del loro sviluppo. E questa non è una cosa totalmente negativa – batte la vita chimicamente dipendente. D'altra parte, altri continuano ad andare avanti nella loro ripresa. Sono in grado di acquisire autostima e mantengono ancora l'umiltà. Queste persone usano raramente parlare di sé negativo quando condividono la loro esperienza, forza e speranza. Queste sono le persone che hanno ciò che voglio.

Un esempio di rimanere bloccati in questa fase è quando una persona con oltre 20 anni di sobrietà dichiara di essere ancora impotente per l'alcol. Sembrano essere a proprio agio nel vivere il problema. C'è una tendenza a mettere troppa enfasi su "tronchi ubriachi e su quanto siamo malamente malati", contrariamente a quanto bene diventiamo vivendo nella soluzione.

Le persone che si bloccano nella "competenza cosciente" di Livello 3 rendono il recupero più lavoro del necessario. Credono veramente di vivere ancora nei lanci del Passaggio 1. Essi sostengono che il primo passo implica che non ci riprendiamo mai dall'essere impotenti. Per me, questa è una tattica difensiva efficace se ti piacciono i "giochi a basso punteggio".

A questo punto in ripresa, preferisco essere in attacco. Mi piacciono i giochi ad alto punteggio e desidero provare tutta la grazia che mi viene incontro nel recupero.

Ci sono molti grandi maestri in dodici programmi di step. Non sono attratto da coloro che affermano di conoscere le risposte, ma invece sono attratto da coloro che cercano la verità. I truth seeker tendono a leggere, pregare, meditare e pubblicare più di altri. Piuttosto lo sanno o no, aspirano a diventare inconsciamente competenti.

Livello 4 – Competenza inconscia

Ogni persona che raggiunge "la competenza inconscia" ha trascorso molto tempo nella fase di "competenza cosciente". Possiamo trovarci solo nel Livello 4 sperimentando la ripetizione richiesta nel Livello 3 per mantenere la sobrietà. Come miracoli, ci arriva la competenza inconscia – non ci andiamo.

Come affermato nell'introduzione di questo articolo:

"C'è uno stato di competenza inconscio che significa che siamo in autopilota nel mondo di Dio. Questo grado di vigilanza richiede la volontà di rinunciare a tutto tranne la volontà di Dio, questo richiede un grande sforzo – finchè non si impegna affatto. "

Le persone che vivono le loro vite nel flusso del fare ciò che è giusto, senza pensarci coscientemente, sperimentano "la competenza inconscia". Per queste persone la preghiera, la mediazione e l'essere al servizio fanno parte della vita quotidiana. La ricompensa è nel servizio. Tendono a non prendere le cose personalmente e non si lasciano andare al peso del loro ego. Questa è la guarigione spirituale nella più alta forma.

La vita di questo livello può essere il risultato di uno dei seguenti:

1 – Avendo avuto un risveglio spirituale come risultato dei 12 passi
2 – Un'esperienza spirituale completa come un'esperienza di "quasi morte"
3 – Un enorme cambiamento nei valori personali
4 – Remissione da una malattia terminale
5 – Anni di vita pulita e sobria

La persona che ha sperimentato a fondo i 12 passi e ha avuto un "risveglio spirituale" di cui al punto 12, molto probabilmente sarà d'accordo con le promesse:

– Oggi, alcol e droghe non hanno alcun potere nella mia vita, infatti, raramente penso di bere o usare. Ho un Dio della mia comprensione, la comunione di un programma in 12 fasi e lavoro quotidianamente sul mantenimento del mio benessere spirituale. Sono "inconsapevolmente competente" nell'evitare persone, luoghi e cose che non sono sul mio cammino spirituale.

– Non permetto più al mio ego di sfidare la volontà di Dio per me accettando solo una voce per parlarmi.

– Riconosco che passi come questi sono modi semplificati per gli umani per digerire Dio lentamente. I successi di Dio non sono graduali, né cambiano mai. Con Dio, il tempo non ha senso perché
è eterno

– Poiché le mezze misure non ci avvantaggiano quando si giunge al recupero dalla dipendenza, le mezze misure non ci avvantaggiano neppure quando si tratta della volontà di accettare la volontà di Dio per noi.

– Sapere intuitivamente come gestire situazioni che prima ci confondevano,
Correlato allo stato di "competenza inconscia discussa qui.

Ecco i miei suggerimenti per mantenere la "competenza inconscia:" Mi sforzo di praticare questi semplici passi ogni mattina quando mi sveglio.

1 – Leggi qualcosa di natura spirituale

2 – Parla me stesso in una meditazione autoguidata sulla lezione che scelgo di ricevere dalla mia lettura spirituale.

3. Rivista sull'esperienza della meditazione

Il tempo assegnato per ogni passaggio varia. A volte, leggo solo un paragrafo, altre volte leggo un capitolo. Trovo utile rileggere lo stesso messaggio spirituale ancora e ancora, prima di meditare. Trovo anche che il diario è molto più facile dopo la meditazione.

Nel caso in cui non sembri, improvvisamente siamo molto presenti nel momento in cui si sperimenta la "competenza inconscia". Questo perché le nostre menti sono libere dalla paura e dall'ansia create dal nostro ego.

Grazie – Larry

Condividi !
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

About Author: