Cinque fatti sconosciuti sulla meditazione

Il concetto di meditazione:

La meditazione è diventata un termine comune tra la società in questo momento. Ha diffuso le sue radici in profondità partendo dal mondo aziendale alla massa comune.

Il numero di istituzioni per lo yoga è aumentato di recente e numerosi termini per le pratiche di meditazione sono stati coniati per attirare le persone in questo percorso.

Le categorie di meditazione sono diverse nei numeri. Alcuni sono elencati di seguito.

  • Classico: Questo è quello generico che non segue alcuna linea guida specifica. Generalmente emerge dalla credenza e dalla tendenza personale.
  • istruiti: Questi sono personalmente prescritti da guide spirituali o Guru e seguono un metodo definito.
  • guidata: In questo processo; qualcuno dà istruzioni dal vivo (vis-à-vis o attraverso media digitali) a un singolo o un gruppo di persone per entrare in uno stato di trance in cui i pensieri sembrano rallentare e la mente diventa dormiente.
  • Mantra: Il canto di una sillaba specifica (ad esempio "OM", "HUM" o alcuni suoni vaghi) interrompe ripetutamente le chiacchiere della mente e la dissolve. Questo metodo è abbastanza diffuso nell'induismo, nel buddismo, nel cristianesimo ecc. E seguito avidamente dalla gente comune.
  • Zen: Questa meditazione è anche conosciuta come zazen. È stato fatto in una posizione seduta (come la parola Zazen descrive: meditazione seduta). È ampiamente praticato in Giappone e Cina, ma le sue origini si connettono al buddista in India.
  • Vipassana: È la parola "pali" che significa chiarezza di intuizione. Questo metodo dà stress sul modello di respirazione o sulla respirazione cosciente. Questo è efficace sta calmando la mente.

Ci sono molte altre tecniche come "Metta", "Indagine sul Sé", "Kriya Yoga", "Tao", "Qigong" e così via.

Qualunque sia la tecnica può essere; l'obiettivo è il più importante di tutti. Ma ci sono pochi pregiudizi relativi a questa meravigliosa facoltà. Cercherò di cancellare cinque di loro.

I miti

1) La mediazione può essere fatta!

Il termine meditazione si riferisce al termine "Dhyana" in sanscrito. "Dhyana" è la settima tappa del "Patanjali Yoga Sutra".[1]

Il Sutra Yoga Patanjali è la documentazione più antica e vivida che descrive in modo elaborato le connessioni psico-fisiologiche e analizza i minuscoli strati della mente e dell'intelletto.

Secondo questo sistema di 8 volte, la meditazione (Dhyana) è la calma della mente con una coscienza attiva. Quindi, la consapevolezza dell '"Io" lentamente si dissolve nella coscienza e si fonde in una (L'ultimo passo: Samadhi). Quindi la meditazione non poteva essere fatta. Entriamo o piuttosto scivoliamo nella meditazione. Ciò che consideriamo come meditazione è in realtà la pratica della concentrazione con una mente attiva. Lo stato di meditazione può essere raggiunto ma non può essere praticato. Così; per guadagnare il livello desiderato, inizia a praticare la concentrazione religiosamente.

2) Può essere praticato esclusivamente!

Era ben chiaro che senza avere un corpo sano; non è consigliabile praticare la meditazione (leggere la concentrazione) perché può causare intorpidimento mentale.

Questa dormienza può fornire un vuoto all'interno del quale è fondamentalmente dovuto all'inattività delle condizioni mentali. Può essere paragonato a una condizione autoipnotica che alla fine si traduce in sonnolenza. Il cervello si confonde sull'inattività fisica e mentale e tratta questo stato come una fase pre-sonno. Segreto l'ormone della melatonina che induce naturalmente il sonno come fa quando qualcuno si prepara a dormire.

Questo stato è a volte correlato con la mediazione reale ma è piuttosto lontano da esso.

Quindi, per entrare nella base della meditazione; si dovrebbe avere un corpo sano e un sonno profondo. Un alimento nutriente adeguato aiuta ad entrare in una meditazione produttiva.

Un po 'di esercizio a mano libera, cibo e sonno adeguati e coltivazione spassionata; se mantenuto regolarmente può portare all'obiettivo.

3) La meditazione è una pratica religiosa

Questa è una pratica per calmare la mente. Una mente ferma e focalizzata conduce ad un'ampia consapevolezza. Questa consapevolezza accende la coscienza (Viveka) che diventa un veicolo per il viaggio interiore. Questa "Viveka" è anche uno strumento per realizzare l'unità interiore.

Questo viaggio è comune a tutti, il percorso può variare. Quindi, praticare la concentrazione per raggiungere lo stato meditativo non rientra in alcuna classificazione basata sulla religione o sul credo.

Sei completamente libero di scegliere il tuo percorso se vuoi camminare in modo indipendente. Raggiungerai lì, indipendentemente da qualsiasi religione.

4) La pratica richiede molto tempo per fornire vantaggi

Questo può variare con lo sforzo dato, ma i benefici della pratica della concentrazione generano effetti immediati sul sistema psicofisiologico. Entro una settimana, un praticante devoto deve sentire l'abbassamento della pressione sanguigna (se ne ha), il rilascio di stress, la diminuzione dell'ansia e una elevata esperienza di serenità interiore. Aumenta anche la memoria, la sensazione di empatia. Regola il ciclo del sonno per una corretta pulizia della tossina del corpo. Alla fine sviluppa la persona con un senso dell'umanità più elevato.

5) È difficile!

Questo punto dovrebbe essere arrivato prima, ma l'ho menzionato come ultimo punto perché è l'ultimo ostacolo da superare. Le cose diventano più difficili gradualmente, quindi questo è l'ultimo da superare. Sono sicuro che puoi!

No! Praticare la concentrazione non è difficile. Al contrario, può essere una delle cose più facili che puoi fare. Non ha bisogno di nient'altro che il tuo tempo, un quieto e piccolo spazio e TU.

Hai tutti gli strumenti pronti all'interno del tuo corpo e della tua mente per raggiungere il massimo livello. In questo processo; non devi fare altro che stare fermo e osservare i tuoi pensieri senza esserne attaccato. Stilling una mente può essere una sfida e possiamo finire per perdere la battaglia. Quindi, è stato affermato nelle Scritture di smettere di combattere con pensieri erranti e osservarlo con assoluto distacco mentre guardiamo le nuvole che passano senza alcuna connessione emotiva.

Questo stato osservante della nostra mente produrrà il distacco verso i pensieri gorgoglianti e questi pensieri gradualmente svaniranno lasciando una mente ancora non bloccata; pronto per il suo viaggio interiore.

Avvolgendo

Spero che l'autore sia più o meno riuscito a chiarire i falsi dubbi e i miti sulla meditazione. È facile, è robusto ed è per te.

Inizia a praticarlo da oggi. Sarai sopraffatto dai suoi benefici.

[1] Patanjali Yoga Sutra – Si tratta di un testo sullo yoga basato su "Samkhya Darshana" (un percorso di filosofia indiana) in cui l'otto volte percorso dello yoga è stato descritto vividamente. Comincia dai nostri modi di vita quotidiani che lentamente conducono alla verità interiore. Questo è separato dal sistema di meditazione Vedantica. "Yogi Yagyavalkam" scritto da rishi Yagyavalka si basa anche su otto metodi che si allineano ai concetti Vedantic.[Authors note]

Condividi !
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Proudly powered by WordPress