Benefici della meditazione: che cos'è la meditazione?

Cos'è la meditazione? La parola meditazione è stata fraintesa e usata in modo scorretto, specialmente nella cultura dei mass media. La meditazione ha finito per significare tutto, dalla contemplazione al fantasticare o fantasticare. Nello Yoga (Ashtanga Yoga) la parola per la meditazione è dhyana e non è contemplazione o immaginazione.

La meditazione è una pratica specifica che calma la mente, portandoci oltre il nostro dubbio, l'ansia, i giudizi, in altre parole, oltre la prigione del nostro condizionamento mentale. È uno stato di coscienza al di là del normale stato di veglia. La meditazione è un mezzo per capire e sperimentare il centro della coscienza interiore.

La meditazione non è una religione, anche se ha un ruolo in tutte le tradizioni di saggezza dei mondi e viene usata per arricchire l'esperienza spirituale. La meditazione è una scienza, il che significa che ha dei principi definiti, che c'è un processo specifico che viene seguito e produce risultati che possono essere verificati.

La pratica della meditazione è la pratica di liberare la mente, permettendole di rilassarsi e di focalizzarsi interiormente. La meditazione è uno stato di consapevolezza riposante; la tua mente è chiara, sei completamente sveglio e consapevole, ma la tua mente non è focalizzata sull'ambiente esterno o su nessuno degli eventi che stanno accadendo intorno a te. Stai coltivando uno stato interiore che è concentrato e immobile, in modo che la mente scivoli nel silenzio. Quando accade questo silenzio, e la mente tace e non ti distrae più, la tua meditazione si approfondisce.

In questa era "moderna", non siamo educati a guardare dentro; tutte le nostre pratiche educative sono focalizzate sull'esame del mondo esterno. Di conseguenza rimaniamo, per lo più, sconosciuti a noi stessi, estranei alla nostra vera natura. Vaste estensioni della nostra mente diventano sconosciute, il profondo serbatoio della nostra mente inconscia (subconscia) rimane un mistero e al di fuori del nostro controllo. Il risultato è confusione, dubbio e delusione, con questi attributi che spesso giocano un ruolo importante nelle nostre vite. È stato detto che tutto il corpo è nella mente ma la mente (l'intelletto) non è in tutto il corpo. È solo attraverso la consapevolezza che sorge nella meditazione che possiamo veramente sviluppare il controllo sulla mente.

Per raggiungere l'obiettivo della meditazione, che è di andare oltre la mente e sperimentare la nostra natura essenziale, il nostro più grande ostacolo è la nostra mente, che si frappone tra noi e la pura consapevolezza. Questo è il motivo per cui viene spesso definito "la mente della scimmia" e perché la pratica dell'allenamento della mente è paragonata a quella dell'addestramento di un cucciolo. La mente resiste a qualsiasi tentativo di controllarla, perché sembra che la nostra mente abbia una propria mente. È la mente incontrollata che ci fa sperimentare solo sogni ad occhi aperti, visioni e fantasie invece di avere l'autentica esperienza della meditazione.

La pratica della meditazione è la pratica di calmare e calmare te stesso, rilasciando il giudizio e vedendo le cose come sono. È un modo per allenare la mente in modo da non rimanere intrappolati nei suoi infiniti movimenti e distrazioni. La meditazione è il processo di esplorare sistematicamente le tue dimensioni interiori.

La meditazione è un impegno, ti stai impegnando in una pratica, non in un rituale o in una cerimonia. La meditazione non significa forzare la mente a tacere (non si può davvero fare in questo modo); invece è il processo di lasciar andare e scoprire la tranquillità che è sempre presente dietro lo schermo del nostro dialogo interno. La meditazione richiede una certa disciplina; c'è bisogno di coerenza. La meditazione è come imparare a suonare uno strumento musicale o dipingere un quadro, se vuoi raggiungere il livello in cui la creatività può fluire naturalmente attraverso di te; allora devi esercitarti con le tecniche fino a quando non riesci a lasciarle andare.

La meditazione è libertà dal rumore infinito e dalle distrazioni nella tua testa. La meditazione ti permette di sperimentare ciò che sta accadendo intorno a te senza reagire. La meditazione ti porta la libertà di sperimentare chi sei veramente, libero da tutte le attività mentali, e inizi a sperimentare contentezza interiore e gioia.

Questo sollievo e tregua dal ritmo frenetico della vita quotidiana non è una fuga dal mondo ma il fondamento della pace interiore. Con la pratica puoi iniziare a portare gli attributi della meditazione nelle tue attività quotidiane, cosa che ti consente di muoverti più efficacemente nel mondo. Applicando i principi della meditazione alle esperienze che accadono prima di te, puoi diventare pienamente presente a loro, il che dà tu tempo di rispondere prima reagendo a loro.

La meditazione è molto utile in questo modo; espone le tue abitudini e i tuoi riflessi improduttivi invece di recitarli e questo porta all'equilibrio interiore, all'armonia e alla libertà.

Così cos'è la meditazione? È il luogo in cui ricordi la tua natura essenziale come centrata, creativa e pacifica, libera di provare la gioia di essere pienamente presente in questo momento, ADESSO.

Condividi !
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Proudly powered by WordPress