Tecnica semplice per liberare tensione e ansia

Cosa succede se stai trattenendo la tensione nel tuo corpo proprio ora che influisce su come pensi, senti e agisci senza che tu nemmeno lo sappia? Questa tensione non riconosciuta ti mantiene in uno stato di sottile stress che drena la tua energia, ti rende perennemente ansioso e instaura dolore cronico al collo, mal di schiena e malattia. Nel corso del tempo, puoi diventare così insensibile a questo stress che non sai come si sente il rilassamento profondo. In questo post imparerai una semplice tecnica per rilasciare la tensione subconscia, così ti senti più leggero, più libero, più rilassato ed energizzato in pochi minuti.

Nel libro "Meditation: An In-Depth Guide" (Tarcher / Perigree, 2011), gli autori Ian Gawler e Paul Bedson raccontano una storia divertente che illustra come molti di noi sono così abituati a mantenere la tensione nei nostri corpi che noi non abbiamo Sappiamo anche che siamo tesi.

Gawler e Bedson descrivono un partecipante a uno dei corsi di meditazione di Ian chiamato Brian. Brian è venuto a lezione di meditazione per alleviare il dolore alla spalla e alle spalle che lo tormentavano da anni. Nella loro prima lezione, Ian lentamente guidò la classe in uno stato meditativo e poi aprì gli occhi per verificare come stavano le persone. Notò Brian "seduto lì, solchi profondi sulla fronte, le spalle curve e le mani strette in due pugni". (p.81, MAIG)

Quando la meditazione finì, Ian girò per la stanza e chiese dell'esperienza della gente. Quando arrivò a Brian, Brian disse a denti stretti, "Oh, bene, davvero rilassato" e sembrava volerlo dire.

Ian l'aveva visto molte volte. Di conseguenza, ha usato semplici esercizi per aiutare le persone a prendere coscienza della tensione ea familiarizzare con il rilassamento. Dopo aver fatto questi esercizi per alcune settimane, Brian ha riferito che "ho una leggerezza nel mio corpo, il mal di schiena e il dolore alle spalle sono spariti e mi sembra di avere più energia". (81, MAIG)

La tensione che non sai che stai tenendo

La tensione viene dallo stress. Ecco come accade:

Sei di fronte a una situazione difficile. Non sai se hai le risorse per gestire bene questa situazione. Questa percezione avvia la risposta allo stress del tuo corpo.

Immediatamente, il tuo amigdala, la parte del cervello responsabile del monitoraggio delle situazioni minacciose, si accende. Invia segnali di allarme in tutto il corpo per mobilitarti all'azione. Il tuo sistema ormonale passa alla modalità adrenalinica e segnali elettrici sparano attraverso il tessuto connettivo preparandoti a stare in guardia.

Se si è di fronte a una minaccia maggiore o pericolosa per la vita, questa reazione è drammatica. Senti il ​​tuo cuore accelerare, il tuo respiro accelerare ei tuoi muscoli si irrigidiscono. Se e quando maneggi la minaccia, queste risposte fisiologiche diminuiscono e tu ritorni ad uno stato di riposo riposante.

Poiché la situazione e la risoluzione sono alquanto drammatiche, probabilmente noterete e sentirete gli effetti. Le sensazioni sono forti e il contrasto tra allarme e recupero è ottimo, quindi puoi facilmente percepirlo.

Tuttavia, ci sono due situazioni in cui la tensione non diminuisce e non te ne accorgi. In entrambi i casi, la tensione è immagazzinata inconsciamente nel tuo corpo.

La tensione del trauma

Il primo caso è quando una situazione è drammatica e non sei in grado di elaborarla completamente: ti travolge. Essere in un incidente d'auto, essere oggetto di abusi fisici o emotivi, essere vittima di un crimine, o sperimentare traumi intensi come la guerra, probabilmente supererà le tue risorse di coping. In queste situazioni, la tua risposta allo stress viene iniziata e il tuo corpo subisce uno shock. Il tuo corpo si "congela" in questo stato. Ti blocchi in modalità stress e non ti riprendi.

Col passare del tempo, la tensione bloccata nel tuo corpo si sposta sullo sfondo della tua consapevolezza e non la noti più. Diventa "normale". Tuttavia, continua a influenzare il modo in cui pensi, senti e agisci.

Ad esempio, potresti diventare ansioso in situazioni correlate. Puoi "flashback" all'evento stressante originale o avere pensieri e sentimenti negativi persistenti che sembrano uscire dal nulla. Potresti avere chiacchiere mentali persistenti legate all'evento traumatico come "Non sono sicuro", "Farò meglio a stare in guardia" e "il mondo è un posto pericoloso".

Questi pensieri e sentimenti correlati continueranno a circolare nella tua mente e nel tuo corpo finché non sarai in grado di elaborare e risolvere coscientemente il trauma e di liberare la tensione associata.

Sottile tensione

La seconda causa di tensione immagazzinata subconscia è più sottile. È così sottile che probabilmente ne sarai completamente inconsapevole, fino a quando non si trasformerà in qualcosa come problemi digestivi, mal di schiena cronico o al collo, emicrania o cancro.

Ho iniziato a notare questa sottile tensione quando stavo allungando i miei clienti. In un tratto dinamico, il mio cliente si trova sulla schiena. Mi alzo e li tengo per le loro caviglie. Tiro ritmicamente una gamba e poi l'altra, creando un movimento oscillante da un lato all'altro dei fianchi. Questo è un ottimo modo per rilasciare la tensione dell'anca e della bassa schiena.

Mentre allungavo il client dopo il client in questo modo, notavo che la maggior parte delle persone avrebbe inizialmente i propri fianchi "bloccati", così che non ero in grado di spostarli. Dovrei dire qualcosa del tipo, "O.K. ora, lascia andare i tuoi fianchi." Con questa semplice istruzione, la maggior parte delle persone era in grado di lasciarsi andare e ottenere un certo grado di movimento laterale.

Generalmente mantenevo questo stretching ritmico per almeno 60 secondi, così i fianchi e la schiena lasciavano andare e rilasciavano sempre di più. Tuttavia, noterei che dopo alcuni secondi, molti clienti si sarebbero bloccati di nuovo. I loro fianchi sarebbero diventati rigidi.

Intuitivamente, ho iniziato a chiedere, "A cosa hai iniziato a pensare solo ora?"

Invariabilmente i clienti direbbero "Cosa intendi?"

Gli direi che i loro fianchi sono appena chiusi. Quando li ho interrogati ulteriormente, avrebbero detto cose come "Oh, ho appena iniziato a pensare a questo o quello che devo fare dopo", o "Ho iniziato a preoccuparmi di questo e così".

È stato affascinante vedere come l'avvio di un pensiero un po 'stressante provocherebbe immediatamente tensioni nel corpo.

Quanti pensieri stressanti, preoccupazioni o momenti di ansia hai in un giorno? Quanti di questi pensieri o preoccupazioni sono persistenti? Ad esempio, con le tue finanze, lavoro o situazioni familiari? Riesci a immaginare quanta tensione sottile viene immagazzinata nel tuo corpo – senza che tu nemmeno la conosca – come risultato di pensieri stressanti, preoccupazioni e preoccupazioni?

Pensieri e sentimenti stressanti si traducono immediatamente in tensione fisica. Sono diventato costantemente consapevole di questa intuizione mentre lavoravo con clienti che avevano in particolare dolore cronico al collo e lombalgia. Sì, si riferiscono a problemi fisici come la costrizione muscolare, la debolezza e lo squilibrio – E sono stati invariabilmente accompagnati da pensieri e sentimenti stressanti.

Ad esempio, ho imparato che quando qualcuno ha un attacco acuto di dolore al collo o dolore alla schiena, è invariabilmente riconducibile ad un evento stressante o ad una serie di eventi. Eppure, molte persone non fanno questa connessione. La maggior parte cerca solo cause fisiche e cure fisiche e non riesce a vedere gli eventi emotivo-mentali che regolano la tensione e il dolore in movimento.

Riconoscere e liberare la tensione del subconscio

Fortunatamente, il tuo corpo e la tua mente sono dotati di risorse per riconoscere e rilasciare le tensioni e i dolori, i pensieri, i sentimenti e i ricordi che li accompagnano. Queste tensioni possono esistere in strati che richiedono tempo e attenzione costante per il rilascio, ma succede se lavori con esso. Una pratica come la meditazione è un modo gentile per liberare queste tensioni non appena sorgono nella consapevolezza – che provengano da traumi del passato o siano momentanee tensioni del presente.

Ecco un altro modo semplice per riconoscere e rilasciare la tensione in pochi minuti.

La tecnica Contract / Relax

Sopra, abbiamo parlato di come le esperienze intensamente stressanti siano palpabili quando vengono vissute per la prima volta e percepibili quando si abbassano, se le gestiamo bene. C'è un forte contrasto tra allarme e recupero che fornisce una chiara consapevolezza della differenza tra tensione e rilassamento.

Quando ho imparato la meditazione nella tradizione del Kriya Yoga, l'istruzione iniziale ha capitalizzato su questa sensazione di contrasto per allenare una sensazione di profondo rilassamento. L'idea è semplice: sposta la tua attenzione attraverso tutto il tuo corpo, dalle dita dei piedi, alle gambe, ai glutei, all'addome, al torace e alla schiena, alle spalle e al viso, togliendo gradualmente ogni area in una forte contrazione muscolare, quindi rilasciando lentamente la contrazione fino a quando non senti i muscoli completamente addolcirsi.

Vai avanti e provalo solo con una parte del corpo e guarda come ci si sente. Suggerisco di provarlo con una mano. È una sensazione piuttosto interessante.

Metti una mano, con il palmo rivolto verso l'alto, sulla gamba. Concentrati sulla sensazione nella tua mano mentre lentamente la pieghi in un pugno e poi gradualmente la stringi a circa il 70% della contrazione massima. Tieni questa contrazione per dieci secondi … Poi, rilascia MOLTO LENTAMENTE la tensione finché la tua mano non è completamente floscia.

Quando pensi che la tua sia completamente rilassata, vedi se riesci a lasciar andare ancora di più, finché la mano e le dita non poggiano delicatamente sulla tua gamba, come una nuvola che fluttua nel cielo. Notate come si sente la mano. Potresti sentire una leggerezza nella mano, un calore di circolazione o solo una sensazione morbida e spaziosa.

Confronta la sensazione con l'altra mano e nota la differenza.

Se si desidera sperimentare uno stato di rilassamento più profondo di tutto il corpo, è possibile eseguire una sequenza di Contratto / Relax, prima con entrambi i piedi, poi con entrambe le gambe, i fianchi, l'addome, il petto, la schiena, le spalle e il viso. Questa tecnica, a volte eseguita dalla testa ai piedi, è generalmente nota come "Rilassamento muscolare progressivo". Una volta che hai finito, nota come si sente tutto il tuo corpo. Registra questa sensazione in ogni cellula, quindi ti dà una forte impressione che puoi tornare più facilmente e approfondire la prossima volta che fai pratica.

Se pratichi coscientemente il rilassamento usando questa tecnica, meditazione o qualche altro metodo, inizierai ad avere una linea di base affidabile di consapevolezza rilassata da cui puoi vivere e tornare a quando ne hai bisogno.

Buona pratica!

Kevin

Condividi !
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Proudly powered by WordPress