Tag: guida alla meditazione di consapevolezza

Distrazioni, distrazioni ovunque! – Sulla meditazione

Distractions, Distractions Everywhere!


Distrazioni, distrazioni ovunque!

Gestisco un gruppo di meditazione nel mio ufficio due volte a settimana. Non molto tempo fa, qualcuno si è lamentato dopo una sessione, "Non riuscivo a rilassarmi, continuavo a sentire il ticchettio dell'orologio – era così distratto!"

Mentre capisco cosa stava dicendo, e certamente ho avuto momenti in cui non ero in grado di lasciar andare un pensiero o un rumore, il problema delle distrazioni è radicato in una prospettiva fondamentale che, una volta spostata, apre un'altra strada.

Quali sono le tue priorità?

Le distrazioni sono solo distrazioni se scegliamo che siano. Quando diciamo che siamo distratti da qualcosa, stiamo dando a quella cosa una priorità più alta nella nostra mente rispetto al nostro compito attuale.

Ho un cliente che voleva lavorare sulla sua furia su strada. Con una certa introspezione, siamo stati in grado di determinare che le sue improvvise esplosioni di rabbia erano radicate in un senso di sentimento intrappolato nella vita.

Gli ho offerto alcune tecniche che avrebbe potuto impiegare a casa prima della nostra prossima sessione per capire come questo suo sentimento si presenti nella sua quotidianità in modi più sottili.

È venuto alla sua prossima sessione e gli ho chiesto come è andata. Ha detto: "Bene … lo sai, volevo farlo, ma continuavo a distrarmi da mia moglie o dalle notizie o dai miei cani … "e si interruppe.

Sapendo che è un grande appassionato di calcio, gli ho chiesto quando sta guardando i Patriots e sua moglie entra nella stanza e gli chiede di fare qualcosa, è poi distratto? Viene facilmente allontanato dal gioco?

Senza esitazione ha risposto, "No way man! Quando guardo il gioco, ci sono dentro. Non so nemmeno cos'altro sta succedendo intorno a me. Mia moglie deve dire le cose tre volte prima di registrarsi quando i Pats sono su ".

Le "distrazioni" che compaiono quando andava a fare alcuni dei suoi compiti a casa erano cose che si presentavano indipendentemente dal fatto che fosse introspettivo o immerso nel gioco in TV.

Quando "voleva" guardare internamente, considerava queste altre cose una priorità più alta, così dava loro la sua attenzione. Ma quando guardare il calcio era la sua priorità più alta, altre cose avevano una collina molto più ripida da scalare per scalfire la sua consapevolezza.

Distrazione in meditazione

Lo stesso è vero nella meditazione. Quando siamo distratti dal rumore o da un muscolo che si contrae nei nostri occhi, stiamo dando priorità a questa sensazione sulla nostra pratica. Stiamo dicendo che è più importante prestare attenzione a quel rumore piuttosto che essere immobile.

Abbiamo molti condizionamenti culturali che lo rafforzano. Viviamo in un mondo di gratificazione immediata e aspettativa di risposta immediata alla comunicazione.

C'è una competizione per la nostra attenzione, e un'aspettativa che la nostra attenzione sia in palio al miglior offerente che usa il tono allarmante specifico o una combinazione accattivante di superlativi.

Considera la tua esperienza leggendo questo articolo. Quanto è alta la priorità? Se ricevi un messaggio di testo o un'email mentre stai leggendo, ti fermi e tendi a farlo?

Non sto giudicando dove posizioni le tue priorità. Questa è la tua scelta per te per determinare cosa è più importante per te.

Tuttavia, ti invito a considerare di avere un maggiore controllo su dove va la tua attenzione di quanto tu possa aver pensato altrimenti.

Per noi è importante renderci conto di avere il controllo sulla nostra stessa attenzione.

Possiamo dire dove ci stiamo concentrando e dove non lo siamo.

Possiamo decidere dove si trovano le nostre priorità.

Abbiamo il controllo su ciò a cui prestiamo attenzione.

La massima priorità

Quando mediti, rendi la tua massima priorità. C'è un condizionamento per portarti via al più nuovo stimolo, ma qualsiasi condizionamento può essere regolato. Qualsiasi comportamento appreso può essere disimparato.

Solo perché un orologio ticchetta o un telefono ronza non significa che sia più importante di quello che stai facendo.

Rendi la tua massima priorità e osserva in che modo il controllo della tua consapevolezza può filtrare nel resto della tua vita.

Condividi !
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Proudly powered by WordPress