Tag: guided sleep meditation

Trovare la fede per lasciar andare

Finding the Faith to Let Go


Trovare la fede per lasciar andare

Quando è stato chiesto al grande mistico poeta Rumi, "Come si dovrebbe meditare?" la sua risposta era semplicemente, "Chiudi gli occhi e arrenditi."

Entrare nello sconosciuto

La meditazione è una pratica consapevole di lasciare andare la mente. Ciò significa entrare consapevolmente in uno spazio in cui noi, autenticamente e letteralmente, non sappiamo nulla.

Questo è un modo molto pratico di comprendere ciò di cui altrimenti si potrebbe parlare entrando nel mistero divino, o come è stato riferito nella letteratura classica, la nuvola di inconsapevolezza.

Viviamo in una cultura in cui la conoscenza è riferita sopra quasi tutto il resto. Molti di noi hanno un'intensa avversione per l'incertezza e l'insicurezza del non sapere.

Quando si tratta di questioni importanti da usare, ci sentiamo a nostro agio solo quando lo sappiamo. Non appena ci rendiamo conto che non sappiamo che un enorme bisogno di scoprire sorge in noi.

Sapere si sente al sicuro. Non sapere è spaventoso e pericoloso.

Quando meditiamo entriamo nell'ignoto lasciando andare la mente e questo viaggio dal sapere al non sapere richiede una profonda fede nella vita perché ci obbliga a rinunciare al controllo.

Questo è ciò che è così terrificante – rinunciando al controllo.

Chiudere gli occhi e arrendersi.

Lascia che tutto sia come è.

Salto della fede

Senza un tremendo grado di fede è impossibile lasciare che tutto sia come è, senza alcun tentativo di controllare o manipolare la nostra esperienza in alcun modo.

Ciò di cui hai bisogno per avere fede è la bontà intrinseca della vita.

Devi sapere che è sicuro rinunciare al controllo.

Lascia andare

Se non ti senti sicuro di rinunciare al controllo – se sei in qualche modo in qualche modo convinto che devi difenderti dalla vita – allora sarà impossibile lasciare andare il controllo; sarà impossibile lasciare che le cose siano come sono.

Se non sei sicuro della bontà intrinseca della vita, non avrebbe senso lasciarla andare.

I grandi realizzatori di tutte le tradizioni di tutti i tempi ci dicono all'unanimità che è sicuro lasciar andare.

Tuttavia, riteniamo che sia incredibilmente difficile avere fede e per una buona ragione. Siamo stati tutti feriti, tutti abbiamo sperimentato il dolore e la sofferenza della vita.

Il fatto che la vita sia intrinsecamente buona non significa che il dolore e la sofferenza non esistano. Significa che nonostante l'esistenza del dolore e della sofferenza, c'è una bontà onnicomprensiva dell'intero processo di essere vivi.

Ti chiederei di contemplare te stesso: quanto ti fidi della vita?

Rinunciare al controllo

Quanto sei disposto a rinunciare al controllo?

Perché pensiamo che possiamo evitare dolore e sofferenza attraverso il controllo e la manipolazione quando la grande saggezza della maggior parte delle tradizioni spirituali ci dice che i nostri sforzi per manipolare e controllare sono in realtà la causa della sofferenza e del dolore?

La nostra lotta per controllare la vita sta peggiorando l'esperienza del dolore e della sofferenza, non meglio.

La meditazione ci dà l'opportunità di lasciar andare, di abbandonare il controllo e scoprire che la vita è degna di fiducia. L'universo che ci ha dato la vita non è la via per prenderci. Nonostante il fatto che le cose accadano che causano dolore e sofferenza la vita è fondamentalmente buona.

Il riconoscimento che la vita è fondamentalmente un processo benevolo è un modo per comprendere l'illuminazione. Quando vediamo che la vita è buona, possiamo finalmente rilassarci per essere qui.

Condividi !
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Proudly powered by WordPress