Tag: jon kabat zinn guided meditation download

Trasformare Overwhelm & Burden in qualcosa di potente: abitudini zen


Di Leo Babauta

Quanti di voi si sono sentiti sopraffatti di recente da tutto ciò che dovete fare?

Quanti di voi hanno sentito qualcosa che bisogna fare – o tutto ciò che si deve fare – come un peso?

Molti di noi sentono tutto ciò che dobbiamo fare come un peso, come sopraffatto. Deriva dal modo in cui guardiamo il mondo: è difficile, è difficile da sopportare e le cose si stanno schiantando intorno a noi.

Questo non è detto in giudizio, ma con compassione: quasi tutti noi vediamo le cose in questo modo. È come se fosse una programmazione cablata in noi.

Ma è mutevole. Inizia spostando il modo in cui vediamo il mondo.

Invece di vedere il mondo come un peso, possiamo vederlo come un dono?

Invece di vedere il mondo come difficoltà e lotta, possiamo vederlo come possibilità e opportunità?

Invece di pensare che abbiamo troppo da fare, possiamo vedere la gioia in ogni compito? E vedi che un mucchio di compiti, quindi, è un'abbondanza di gioia e possibilità?

Perché sì, abbiamo moltissime attività da svolgere e riteniamo di non avere abbastanza tempo per svolgere tutte queste attività. Ma tutti abbiamo la stessa quantità di tempo e tutto ciò che possiamo fare è un compito alla volta. Non c'è modo di aggirare questo.

Possiamo migliorare nella scelta quale compiti da svolgere (definizione delle priorità), ma alla fine non c'è mai la certezza che stiamo facendo i compiti giusti. Possiamo espandere le nostre capacità attraverso l'automazione, la delega e l'outsourcing, ma l'esperienza ci dice che anche facendo tutto ciò, abbiamo ancora troppi compiti da svolgere. Il problema non si risolve con questo tipo di trucchi.

La quantità di compiti non è il problema, perché avremo sempre troppi da fare. Il problema deriva in parte dall'eccessivo impegno a troppo, ma anche se miglioriamo, spesso ci sentiamo ancora sopraffatti e gravati.

L'unica vera soluzione è un cambiamento nella mentalità. Per vedere tutto ciò che dobbiamo fare come un dono, come una possibilità e un'opportunità, come un'abbondanza di gioia.

Siamo in grado di implementare sistemi, essere bravi a stabilire le priorità, ottenere maggiore concentrazione, esternalizzare e delegare e semplificare e impegnarci a fare di meno … ma alla fine, l'onere e la sopraffazione non andranno via finché non cambiamo la mentalità.

Quindi ecco la pratica:

  1. Quando ti senti sopraffatto, carico o paura, fermati e sentilo. Lasciati essere pienamente con esso, sperimentalo, sentilo pienamente e apriti ad esso. Puoi esserne curioso? Riesci a trovare un modo per amare questa sensazione?
  2. Vedi se riesci a vedere le attività davanti a te come un dono. Scegli di farlo perché lo desideri. Stanno avvantaggiando te e gli altri. Falli con amore e sii grato per il dono di ognuno.
  3. Vedi se riesci a vedere la possibilità e l'opportunità in ognuno. Cosa si può fare con loro? Come sono più aperti e vasti di quanto tu li senta?
  4. Riesci a provare l'abbondanza di gioia nella tua pila di compiti? Se ognuno è un dono gioioso, allora non c'è pura abbondanza in questa pila? Puoi raggiungere la pila ed estrarre un'opportunità di gioia, crescita e dare il tuo dono al mondo.

I cambiamenti di mentalità non sono qualcosa che possiamo semplicemente girare come un interruttore. Devono essere praticati consapevolmente. Riesci a vedere le possibilità in questa pratica?

Condividi !
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Proudly powered by WordPress