Tag: meditazione chakra guidata 45 minuti

3 modi in cui la consapevolezza migliora le relazioni

relationship forever


relazione per sempre

Ti sforzi mai di connetterti o comunicare con il tuo partner? Voglio dire, chi no?

Ma ciò che molte persone non sanno è che la scienza del cervello mostra che praticare la consapevolezza può aiutarti in questo settore della vita.

Vedi, la consapevolezza è molto più della meditazione. È più come un approccio fondamentale alla vita.

La consapevolezza migliora le relazioni

Si inizia scegliendo di diventare più consapevoli di come ci si presenta nella vita e di fare scelte consapevoli su ciò che la nostra presenza appare e si sente in ogni momento.

Tutto ciò può informare il modo in cui siamo come individui nelle nostre relazioni.

Come è?

Perché la consapevolezza può aiutarti a coltivare relazioni più salutari attraverso la riduzione dello stress, migliori capacità di regolazione delle emozioni e capacità di comunicazione raffinata (tra l'altro sono sicuro)!

1. Riduzione dello stress

Abbiamo tutti vissuto quel momento in cui siamo così stressati che le piccole cose iniziano a darci fastidio. Lo stress aumenta i nostri livelli di irritabilità, e quindi le cose insignificanti iniziano a suscitare reattività.

So che tu sai di cosa sto parlando …

La meditazione di consapevolezza può aiutare a ridurre lo stress e, di conseguenza, rendere ogni individuo in una relazione meno propenso a discutere delle piccole cose che, spesso, inutilmente, esplodono in grandi cose.

Ecco un rapido esercizio di consapevolezza per aiutarti in momenti come quello. Prova questo respiro affannoso con il tuo partner.

2. Regolazione avanzata delle emozioni

Sta diventando più chiaro per i ricercatori che praticare la meditazione di consapevolezza può aiutarci a regolare le nostre emozioni e scagliarsi meno l'un l'altro!

Come funziona?

Gli studi dimostrano che praticare la meditazione di consapevolezza diminuisce il volume di materia grigia dell'amigdala, il centro della paura del cervello, e aumenta il volume di materia grigia della nostra corteccia pre-frontale.

Questa è la parte del cervello responsabile della preveggenza e di quelle che chiamiamo funzioni di "ordine superiore".

Ma non finisce qui. La meditazione consapevole è anche associata ad una maggiore connessione tra l'amigdala e la corteccia pre-frontale. Ciò porta a una maggiore integrazione delle nostre emozioni e intelletto.

Come questo può aiutare il tuo rapporto

Ma ti starai chiedendo, come ci aiuta? Ecco un esempio.

Quando il nostro partner dice qualcosa che non ci piace, è plausibile che invece di pensarci, ci sentiamo minacciati. Questo attiva l'amigdala che ci prepara ad attaccare di nuovo.

In verità, la maggior parte del tempo in cui il nostro partner "agisce" proviene da un luogo della propria insicurezza e dal proprio profondo dolore.

Quindi, invece di cercare impulsivamente di attaccare di nuovo dal proprio "luogo ferito", prova a rispondere con compassione a tutto il dolore che entrambi provate ascoltando veramente e poi rispondendo da un luogo che è meno basato sulla paura.

Pian piano, ma costantemente, possiamo lavorare insieme al nostro partner per ridurre il volume dell'amigdala!

3. Abilità comunicative levigate

Ora, immagina che invece di reagire immediatamente in base alla paura, prendiamo un momento per mettere in pausa e riflettere sul motivo per cui ci sentiamo minacciati e quindi procedere a rispondere con più gentilezza.

Possiamo quindi iniziare a immaginare che il nostro altro significativo abbia anche le proprie insicurezze e problemi di hot-button. È difficile, ma immagina se ogni individuo in una partnership praticava qualche respiro prima di attaccare e attaccare in cambio e invece rispondeva con un contegno più calmo e meno difensivo.

Ci daremmo l'un l'altro lo spazio per essere ascoltati e l'opportunità di comunicare senza la nostra armatura. WOW.

Ma come lo facciamo?

Ogni partner lavora per diventare più in sintonia con il proprio paesaggio emotivo, cominciando a capire cosa li innesca di più, e perché.

Ad esempio, qualcuno potrebbe essere immediatamente in attacco se le sue altre chiamate significative dicessero che saranno in ritardo a cena. È importante capire perché quella chiamata sia stata così minacciosa da provocare rabbia e sferzata.

Forse, e questo è solo un esempio, attinge alla più profonda paura di qualcuno di essere abbandonato dal loro partner. Se possibile, coltiva la compassione per se stessi per aver vissuto un dolore così profondo, e anche aver bisogno di stare sulla difensiva.

Questo richiede tempo, ed è un processo … uno che viene spesso lavorato in terapia.

Un esercizio di ascolto consapevole

Quindi, forse prova QUESTO:

L'ascolto consapevole è un elemento centrale della comunicazione sana.

Dedica davvero del tempo per ascoltare come l'altro si sente, senza reagire immediatamente e talvolta in modo impulsivo, crea lo spazio per entrambe le parti per sentirsi ascoltato e poi per presentarsi in modo gentile con un orecchio più attento.

Ti consiglio di impostare un timer per cinque minuti. Poi un partner inizia a parlare di quello che vorrebbero (non è il momento di attaccare l'altro, si tratta solo di praticare un ascolto ininterrotto), che può comprendere come si sentono riguardo la relazione o qualsiasi altra cosa.

Le risposte non verbali sono consentite dalla parte in ascolto, ma nessuna risposta verbale di alcun tipo.

Quindi, quando il timer si spegne, commutare i ruoli in modo che l'oratore diventi l'ascoltatore. Ogni volta che pratichi l'esercizio, disattiva chi inizia a essere l'ascoltatore iniziale e viceversa.

Condividi !
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Proudly powered by WordPress