Tag: meditazione guidata pulizia chakra

Fare il tempo per la pratica – One Mind Dharma

One Mind Dharma Logo


(Ultimo aggiornamento il: 25 marzo 2019)

Recentemente abbiamo risposto alle domande sul nuovo podcast Dharma Talk. Nelle ultime settimane, una manciata di persone ha posto la stessa domanda: Come trovo il tempo per fare pratica nella mia vita? È difficile, perché abbiamo tutti ragioni e modi diversi in cui siamo impegnati. Alcuni di noi hanno un lavoro a tempo pieno, mentre altri sono studenti. Potresti avere famiglia o persone a cui badare o un carico pesante di responsabilità a casa o in un posto di lavoro. Trovare il tempo per fare pratica a volte può sembrare impossibile.

"Trovare" Tempo di pratica

La prima cosa che mi viene in mente è che tra tutte le e-mail che abbiamo ricevuto con alcune versioni di questa domanda, ogni individuo ha chiesto di trovare il tempo per esercitarsi. La parola "trovare" è interessante. Anche se può sembrare puramente semantico, penso che punti verso una prospettiva interessante.

Abbiamo mai "trovato" il tempo durante i nostri giorni? Parlo per esperienza personale, ma certamente sembra che la risposta sia no. Più spesso mi ritrovo a chiedermi dove sia andato il tempo. Per la maggior parte di noi, venti minuti di tempo libero non si limitano a spuntare. Anche quando ho un cliente o un incontro cancellato, di solito uso quel tempo per aggiornarmi su altre cose.

Il primo passo per lavorare con questa domanda / problema è lasciar andare l'idea che stiamo andando a trovare il tempo. Se lo facciamo, è grandioso. Possiamo usare quel tempo extra libero per meditare. Tuttavia, per la maggior parte di noi, raramente spuntano minuti extra all'orologio.

Buddha Groove

Creare tempo

La mia risposta alla domanda su come trovare il tempo è sempre la stessa: creare tempo. Ora, ovviamente, non hai il controllo sul continuum spazio-temporale e non puoi creare ore o minuti supplementari in un giorno. Se puoi, fantastico. Invia qualche minuto in più a modo nostro.

Quello che possiamo fare è creare il tempo e lo spazio nei nostri giorni per meditare. Abbiamo scritto di essere consapevoli nella vita quotidiana e di come meditare sul lavoro, ma la verità è che la cosa migliore è spesso ritagliarsi il tempo per sedersi. Potrebbe essere una dura realtà per alcuni di noi, ma in genere beneficiamo in gran parte del tempo dedicato alla meditazione seduta.

Ci sono molti modi in cui possiamo creare tempo, ma tutti si riducono a una semplice idea: dobbiamo dare la priorità alla nostra pratica. Quando un insegnante mi ha detto per la prima volta, mi sono ritrovato a difendermi. Io do la priorità alla pratica, semplicemente non ho tempo! Non intendo dire che conosco il tuo caso individuale, o che siamo tutti uguali. Tuttavia, penso che questo sia il suggerimento più solido che abbia mai sentito in merito alla creazione di tempo per la pratica.

Possiamo rendere la meditazione una priorità allo stesso modo in cui definiamo le priorità senza lavarci i denti, andando a lavorare, facendo la doccia, mangiando, ecc. Costruiscila nella tua giornata come pezzo necessario del puzzle. Se sei come me, potresti trarre vantaggio dall'effettivo inserimento nel tuo programma, calendario o pianificatore. Questo può aiutarti a stabilire l'intenzione, a vederla per iscritto e a ricordare la tua pratica.

Un altro modo utile per dare priorità alla meditazione e creare il tempo è quello di fare una parte della tua routine. Abbiamo tutti routine e abitudini. Forse ti svegli, bevi un po 'd'acqua, lavati i denti e fai la doccia. Puoi adattare la meditazione dentro o intorno a questa routine per alcuni minuti? Invece, prova a svegliarti, a bere la tua acqua, a meditare per dieci minuti, a lavarti i denti ea fare la doccia. Inserendolo nella tua routine, diventa una parte del giorno, piuttosto che una pausa.

Fai ciò che puoi

L'ultima cosa che condivido spesso è iniziare da dove sei e fare ciò che puoi. Se riesci a creare cinque minuti durante la giornata per esercitarti, bene! Non è necessario creare 45 minuti, due volte al giorno. Se mettere da parte 20 o 30 minuti si sente annullabile in questo momento, probabilmente non prenderai il tempo per sederti.

D'altro canto, cinque minuti sembrano molto più accessibili. In quei momenti in cui potremmo finire a parlare di noi stessi per meditare, è molto più facile calmare quella mente pensante e sedersi per cinque minuti di quanto non lo sia per la trentina. Ascolta la tua esperienza e fai ciò che puoi. Trova qualcosa che ti sembra utile, sano e sostenibile.

Forse passerai a periodi più lunghi, o forse scoprirai che cinque minuti al giorno sono solo ciò di cui hai bisogno per tornare a te stesso e alla tua esperienza. Personalmente ritengo che il periodo di seduta più lungo sia il più vantaggioso, ma ho solo la mente e il corpo con cui lavorare. Conosci il tuo, e mentre ti siedi imparerai a conoscerlo ancora più profondamente.

Inserisci il tuo indirizzo email qui sotto per ricevere gli aggiornamenti dal nostro blog!

Condividi !
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Proudly powered by WordPress