Tag: meditazione guidata quintaessenza

Autoregolamentazione per il giorno moderno Mystic

Self-Regulation for the Modern Day Mystic


Autoregolamentazione per il giorno moderno Mystic

Nella nostra era moderna, sembra che lo stress e il travolgimento siano diventati una linea di base normalizzata per la maggior parte delle persone.

Quando eravamo più giovani, la maggior parte di noi probabilmente ha ricevuto una particolare tabella di marcia per il successo.

Se hai lavorato duramente, sei entrato in un buon college e hai trovato un buon lavoro che ti ha pagato bene con i benefici, vincerai il gioco metaforico della vita.

Perché molti di noi che hanno seguito questa particolare tabella di marcia non si sentono dei vincitori?

Ci è stata data una ricetta per aiutarci a padroneggiare il nostro successo esterno, tuttavia a pochissimi di noi è stato probabilmente consegnato un manuale per imparare a sintonizzarsi e prendersi cura del nostro mondo interiore.

Con la proliferazione e la crescente popolarità dell'auto-aiuto e dello sviluppo spirituale, potresti aver sentito parlare del termine auto cura prima, ma potresti non aver sentito parlare del termine autoregolamentazione.

Autoregolarsi significa avere la conoscenza, abilità e abilità per gestire il nostro ambiente interiore e ritornare ad un senso interiore di equilibrio e omeostasi.

L'autoregolamentazione significa anche che abbiamo un certo livello di fiducia e fiducia nella nostra capacità di prenderci cura di noi stessi e di sapere di cosa abbiamo bisogno, indipendentemente da quanto possa essere complessa e impegnativa la vita.

Non esiste un "uno", un modo giusto per autoregolarsi.

L'autoregolamentazione può sembrare molto diversa da persona a persona, perché abbiamo tutti questi bisogni unici e individuali.

Quando abbiamo raggiunto il punto di stress, di sopraffazione o di burnout, questa è una buona indicazione che probabilmente non abbiamo creato lo spazio e il tempo per prenderci cura di noi stessi nel modo in cui ci serve di più.

Ciò che ci autorizza a fare l'autoregolamentazione è sviluppare la consapevolezza di ciò che la nostra omeostasi personale assomiglia e percepisce, e più appropriatamente discernere quando stiamo cominciando a spostarci dal nostro punto di riferimento e dal punto di equilibrio stabiliti.

Attraverso l'autoregolamentazione, possiamo sviluppare abilità e abitudini che ci supportano nell'impiegare noi stessi in questo momento.

Quindi, come si inizia a sviluppare la propria capacità di autoregolarsi?

A seconda di ciò di cui abbiamo bisogno, l'autoregolamentazione potrebbe assumere la forma di un'attività fisica o di un'attività più interna.

La nostra capacità di autoregolarsi è supportata dal grado in cui siamo auto-consapevoli.

Un modo in cui possiamo iniziare a coltivare l'autoconsapevolezza è iniziare a monitorare le sensazioni che stanno accadendo nel nostro corpo.

Le sensazioni che stiamo vivendo nel nostro corpo di solito indicano come ci sentiamo a un livello più profondo.

Quando siamo stressati, sopraffatti o doloranti, i nostri corpi saranno più fisiologicamente attivati ​​e orientati a difenderci e proteggerci.

Mentre, quando siamo in uno stato più rilassato, siamo più orientati verso il nutrimento, il piacere, l'apertura, la connettività e il ricevere.

I nostri corpi ci diranno sempre esattamente ciò di cui abbiamo bisogno.

Più impariamo ad ascoltare ea cogliere i segnali sottili dei nostri corpi, più aumenta la nostra capacità di sapere come prenderci cura di noi stessi in un dato momento.

Una pratica che mi piace dare ai miei clienti è quella di monitorare come i loro corpi si contraggono e si espandono nel corso della giornata.

Quando siamo in uno stato di contrazione, siamo probabilmente nella morsa di un'esperienza che non si sente nutriente e potrebbe persino sentirci minacciosa per noi.

Potremmo persino sentirci disconnessi da noi stessi e dal senso della verità in questo momento.

Quando i nostri corpi sono in uno stato di espansione, questo di solito indica che ci sentiamo sicuri, regolati, dotati di risorse e connessi a noi stessi.

L'autoregolamentazione ci aiuta a tornare in contatto con noi stessi in modo che ci sentiamo sicuri di interfacciarci in modo sano con il mondo.

Attraverso l'autoregolamentazione, diventiamo autorizzati a fidarci di più di noi stessi.

Una volta che abbiamo coltivato l'auto-consapevolezza dei nostri corpi e abbiamo capito cosa ci fa contrarre ed espandere, possiamo quindi iniziare a sintonizzarci su quali potrebbero essere i nostri bisogni di fondo.

Ci sono molte cose che possiamo fare per autoregolarsi praticamente nel momento.

Un modo per iniziare a iniziare l'autoregolamentazione è controllare e vedere se sei connesso a te stesso.

Se sei disconnesso, potresti chiedere a te stesso, "cosa potrebbe aiutarmi a sentirmi al sicuro in questo momento?" "Cosa potrebbe anche sentirsi bene o nutrire per me da fare in questo momento?"

Un'altra potente e semplice tecnica di autoregolazione è prestare attenzione al tuo respiro.

Monitorare i nostri schemi respiratori durante il giorno può supportarci nello stare in contatto con il nostro corpo e in connessione con il nostro ambiente fisico.

Se noti che non stai facendo un respiro completo, puoi iniziare a rallentare l'inspirazione ed espirare ed espandere lentamente il respiro fino a riempire la pancia.

Potresti chiederti, "cosa, se non altro, si è spostato nella mia esperienza nel rallentare il mio respiro?"

Stabilire un contatto fisico con noi stessi è anche un modo davvero incredibile di autoregolarsi.

Rallentare il respiro mentre si mette una mano sulla pancia e un'altra sul cuore può aiutarti a ristabilire la connessione con te stesso e l'ambiente interiore.

Il movimento fisico, in generale, può essere molto potente per l'autoregolamentazione.

Se creiamo lo spazio per rallentare e ascoltare, i nostri corpi di solito comunicano il modo esatto in cui devono muoversi per farci stare bene.

Sia che si tratti di andare in palestra, ballare, saltare su e giù, rotolarsi sul pavimento o concedersi qualche momento per riposare e respirare, abbiamo una varietà di opzioni nel momento di prenderci cura di noi stessi e tornare al nostro senso del centro

Infine, ma certamente non meno importante, ti starai chiedendo se ci sono altri modi per autoregolarsi che non sono necessariamente fisici o orientati al movimento.

Creare una relazione continua con il nostro mondo emotivo interiore può essere un potente veicolo per la nostra capacità di autoregolazione.

Quando abbiamo delle emozioni che sorgono, possiamo imparare ad orientarci verso la loro attenzione e accogliendole nella nostra esperienza piuttosto che ignorarle e sopprimerle.

Più impariamo ad accogliere e nominare i nostri sentimenti nel momento, meno energia ed emozione si bloccano nel sistema nervoso.

Man mano che le nostre energie e le nostre emozioni hanno il potere di fluire liberamente, maggiore è la nostra capacità di rimanere connessi a noi stessi e "in-flusso" con le nostre vite.

L'autoregolamentazione è una delle più alte forme di cura di sé e amore di sé che possiamo coinvolgere.

È una pratica potente che può spostare dinamicamente la nostra relazione con noi stessi e il mondo più grande.

Attraverso l'autoregolazione, diventiamo più abili nel percorrere le prove e le tribolazioni dell'esperienza umana.

Mentre impariamo a sintonizzarci e soddisfare i nostri bisogni di cura, nutrimento e auto-connessione, iniziamo a riempire le nostre tazze proverbiali.

Mentre ci impegniamo a coltivare la nostra connessione con noi stessi e l'integrità intrinseca, diventiamo più disponibili per le cose che ci fanno sentire più appassionati e radicalmente vivi, e le persone che amiamo di più.

Condividi !
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Proudly powered by WordPress