Tag: meditazione guidata reiki lim

Cos'è la consapevolezza? E come può aiutarti?

what is mindfulness all about?


che cos'è la consapevolezza?

Al giorno d'oggi ed età, la consapevolezza e la consapevolezza sono parole d'ordine che vengono utilizzate colloquialmente. In effetti, non sarei sorpreso se ti fosse stato detto "SORPRESA"?

Eppure, cosa è consapevolezza e cosa significa veramente?

Cos'è la consapevolezza?

Ci sono molte definizioni. Il mio preferito è quello posto da John Kabat-Zinn, il pioniere dell'uso della meditazione di Mindfulness negli interventi psicologici occidentali. Propone che la consapevolezza è uno stato di maggiore consapevolezza coltivato prestando attenzione, di proposito, nel momento presente e senza giudizio.

Parte del motivo per cui mi piace questa definizione è perché parla delle componenti della consapevolezza che sono importanti nel coltivare i suoi benefici.

Rompiamo questa definizione.

1. Scopo

Quando non focalizziamo la nostra attenzione, come dice Kabat-Zinn, di proposito, rimaniamo sul pilota automatico. In questo mondo occupato, iper connesso, è troppo facile perdersi in autopilota per gran parte della giornata … ogni giorno. Vivendo in questo modo spesso non riusciamo a:

1. Notare la bellezza della vita
2. Ascolta ciò che i nostri corpi ci stanno dicendo e
3. Rimanere bloccati nei modi meccanici di pensare e vivere che possono essere dannosi per noi stessi o per gli altri

Quando siamo in modalità autopilota ci perdiamo nel 'fare', quindi ci troviamo a lottare, lottare e 'fare cose' invece di vivere.

Al contrario, quando siamo attenti di proposito, iniziamo a vivere più consapevolmente. Siamo più svegli e più pienamente noi stessi.

In questa epoca di distrazione di massa, non c'è nulla di più importante. Ci sono tanti modi per disconnettersi e distrarci da noi stessi. Disperdiamo facilmente la nostra energia, lasciando poco o nulla a nutrire noi stessi.

2. Nel momento presente

Se lo lasciamo ai suoi stessi dispositivi, la nostra mente umana si allontana abitualmente dal momento presente. Quando non siamo nel qui e ora, ci soffermiamo nel passato, cogliendolo e rigiocandolo, o proiettiamo nel futuro, cercando di anticipare l'ignoto (e spesso catastrofico).

Questi modelli di pensiero abituali non servono il nostro massimo benessere. Quando non ci permettiamo di assistere al presente, noi:

1. Mettiti a maggior rischio di depressione e ansia, perché noi ruminiamo e rimpiangiamo il passato o fantasticiamo sul futuro.
2. Non riesci a notare ciò che i nostri corpi e le nostre menti ci stanno dicendo ai livelli più profondi.

Ci piace uscire in passato, perché anche se a volte doloroso, è noto e confortevole. Oppure, usciremo in futuro, perché pensiamo di poterlo controllare!

Invece, quando siamo consapevoli, affiniamo la nostra chiarezza e attenzione mentre ci occupiamo di ogni sensazione mentre si svolge, impegnata e non distratta nell'esperienza del momento presente. Lasciamo andare la tensione causata dal volere che le cose siano state o siano diverse, e invece accettiamo il momento presente così com'è.

3. Non giudicando

Quando pratichi la presenza mentale, non stiamo cercando di controllare, sopprimere o fermare i nostri pensieri. Credo che questo sia il più grande malinteso che molti di noi hanno quando approfondiscono la pratica.

Attraverso la consapevolezza non vogliamo allontanare i nostri pensieri. Piuttosto, la consapevolezza ci aiuta a prestare attenzione alle nostre esperienze mentre si presentano senza giudicarle o etichettarle in alcun modo. Questa, penso, è l'essenza della consapevolezza.

Quando coltiviamo uno stato di chiarezza in cui sospendiamo il giudizio, diventiamo testimoni e osservatori della nostra attuale esperienza del momento. Certo, c'è la tentazione di giudicare la nostra esperienza come buona o cattiva.

Tuttavia, lasciare andare i giudizi ci aiuta a vedere le cose come sono, piuttosto che attraverso i filtri dei nostri modi di pensare modellati e condizionati. In questo modo, siamo meno propensi a interpretare meccanicamente vecchi modi abituali di pensare e vivere.

Alla fine, la consapevolezza non elimina le pressioni della vita, ma può aiutarci a rispondere ad esse in un modo meno reattivo, più adattivo e sano. esso volontà aiutaci a riconoscere e ad abbandonare le reazioni emotive e fisiologiche inconsce alle esperienze quotidiane.

Ci fornisce anche un approccio scientificamente studiato per coltivare chiarezza, intuizione e comprensione. Praticare la consapevolezza ci permette di essere pienamente presenti nella nostra vita e nel nostro lavoro e migliorare la qualità della nostra vita.

Respirazione consapevole

Molti hanno scoperto che uno dei modi più sicuri per iniziare a migliorare la chiarezza e l'attenzione è prestare attenzione a una cosa che è sempre dentro di noi, il nostro respiro. Prestando attenzione al respiro impariamo a rimanere presenti con esso. Allo stesso tempo, impariamo a lasciare andare i giudizi quando la nostra attenzione è messa alla prova.

Durante questo esercizio personalmente curato, ti aiuto a diventare acutamente consapevole della sensazione della respirazione diaframmatica. Respirando completamente attraverso il diaframma, stai creando uno stato fisiologico rilassato. Sostenendo la tua attenzione sul respiro, stai allenando la tua mente a concentrarsi su questa sensazione mentre si dispiega nel momento.

Se ti è piaciuto questo articolo, potresti anche goderti il ​​precedente articolo del Dr. Wolkin: Come cambia il cervello quando mediti.

Condividi !
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Proudly powered by WordPress