Tag: meditazione guidata riequilibrio del femminile e del maschile

Tutto a parte. La meditazione mi ha aiutato a girarlo

solo retreat


ritiro solista

Nel mio precedente post, ho descritto come un ritiro da solista di 5 notti per festeggiare i miei 40 anniesimo il compleanno ha sovraccaricato la mia vita

Trascorrere del tempo concentrato da solo a tuffarsi nelle profondità è stato parte del mio tempo spirituale per la maggior parte della mia età adulta. Ho trascorso i miei 20 e 30 anni immersi in una comunità internazionale intenzionale spirituale in cui i ritiri di meditazione erano la norma.

Tuttavia, ci voleva tutto a pezzi per trasformare il modo in cui vedo questi importanti viaggi interni solitari come ricerche di visione metamorfica.

Tutto cade a pezzi

Quattro anni fa, questa comunità in cui sono diventato maggiorenne si è sciolta da un giorno all'altro. Il suo leader, il mio vero padre spirituale, si trovò di fronte alla sua cerchia più vicina riguardo alla sua continua e incontrollata infatuazione per il potere.

Ha resistito alle loro valutazioni per mesi ma alla fine ha rispettato e si è dimesso.

Come Toto che apriva la cortina che nascondeva il Mago di Oz per rivelare l'ometto che proiettava il demiurgo, così è andata la sua autorità e convinzione che teneva insieme la nostra comunità globale.

Ho dovuto riesaminare l'intero ponteggio su cui ho costruito la mia visione spirituale.

Allo stesso tempo, ho perso il lavoro come ultimo rappresentante di una ditta di ricerca in difficoltà. Sebbene avessi avuto successo in ruoli di vendita per oltre 10 anni, la motivazione principale alla base della mia traiettoria di carriera era stata questa comunità.

Il mio curriculum era uno strano mosaico di opportunità professionali che mi ha dato più soldi e tempo per stare con la mia famiglia spirituale.

Durante la ricerca di lavoro e il disbrigo della mia comunità, ho organizzato la maratona di Boston del 2013 (True Confessions: ho acquistato un pettorale da un corridore qualificato che non poteva più partecipare).

Pochi minuti dopo aver superato il traguardo, un BOOM è partito alle mie spalle. Pensavo fosse un cannone celebrativo finché non ho sentito la flotta di sirene. Presto ho saputo che mia moglie Diane era stata portata di corsa in ospedale dopo essere stata a pochi metri dalla prima bomba dei terroristi.

Una lastra di vetro piatto cadde sulla sua testa. Il suo timpano si è rotto. Ma quelle ferite si rivelerebbero meno considerevoli rispetto al trauma psicologico di aver trascurato la morte e di essere inghiottito dal caos umano che esplose intorno a lei.

Alla scoperta di un senso di scopo

Sono entrato in una sorta di modalità di sopravvivenza e ho messo le mie energie nella ricerca di un lavoro e ottenendoci più sicurezza finanziaria. Ho assunto un career coach per aiutarmi a ottenere ruoli con il maggior potenziale di guadagno.

Continuava a insistere sul fatto che avevo bisogno di scoprire il senso dello scopo per trovare il mio prossimo miglior passo. Continuavo a rispondere che la mia ricerca di scopo mi ha portato nella mia situazione attuale e avevo solo bisogno di un lavoro ben pagato, grazie mille!

Mesi e cumuli di colloqui di lavoro non consumati più tardi, i miei assegni di disoccupazione si stavano prosciugando. Il mio career coach mi ha suggerito di andare via per qualche giorno da solo per riprendermi dalla crescente delusione. "Vai a perdermi da qualche parte." Lo incoraggiò con un sorriso.

Ho fatto piani di viaggio immediatamente.

Progettare una ritirata solista

Ho affittato una casa isolata vicino alla costa rocciosa del Maine. Il giorno prima della mia partenza, ho ricevuto una chiamata da un'azienda che mi aspettavo di ottenere un'offerta di lavoro. Invece, mi è stato detto che ero stato sorpassato.

Ho iniziato il mio ritiro da solista pieno di terrore. Ero disoccupato da quasi 5 mesi. La saggezza del mio allenatore di carriera finalmente mi ha illuminato: lo scopo è da dove viene il nostro vero potere.

Anche nel senso più pragmatico, avevo bisogno che emergesse nel mercato del lavoro. Senza di esso, sarei solo una macchina con determinate funzionalità per il noleggio.

Volevo disperatamente accendere e spegnere il motore della mia anima. La mia più grande paura ora: cosa succede se ho trascorso questi prossimi giorni perso nella mia testa realizzando poco più di perdere tempo prezioso?

Ho concluso che se avessi intenzione di fare un pensiero veramente nuovo, era essenziale avere più spazio dentro di me. Mi sono permesso per quel primo giorno (di cinque) di lasciare andare il mondo intero.

Ho meditato per ore. Quando non ero sul mio cuscino, continuavo a permettere che pensieri ininterrotti sul futuro mi attraversassero come fantasmi. Lentamente, il mio panico sulla mia situazione stava allentando la presa.

Verso la fine di quel giorno, ho colpito l'oro mentre meditavo.

Abbracciando il dolore

Come un miracolo che sale da un geyser, la parte di noi che è misteriosamente inseparabile dalla vastità dell'esistenza è entrata in scena, spegnendo momentaneamente tutte le mie paure e dubbi.

Il mio cuore si apriva alle mie sfide e c'era spazio più che sufficiente per abbracciare il dolore che avevo attraversato e il potenziale che cambiava la vita che poteva nascere da esso.

Ho trascorso i restanti giorni in dialogo con questa creatività. Mi sedevo con una qualsiasi domanda scottante e guardavo mentre attirava potenti impressioni come le falene alla luce.

A un certo punto, una delle impressioni si fonderebbe spontaneamente in un'idea che mi sorprenderebbe e ispirerebbe una domanda più convincente. Ho seguito la mia domanda su come il mio perenne amore per Dio potesse esprimersi liberamente nella mia carriera.

Ciò che divenne chiaro era che non avrei mai avuto nulla di reale valore da offrire al mondo se avessi continuato a negare il mio amore per Dio.

Questa chiarezza non mi ha dato risposte dirette alla mia ricerca di lavoro, ma ha sbloccato un serbatoio di vigore per perseguire la mia vita con passione. Un mese dopo il mio ritiro sono stato assunto dalla società di consulenza in cui lavoro ora e continuo a prosperare professionalmente.

Ho anche continuato a intraprendere ritiri solitari per ringiovanire e attirare nuove visioni per tracciare il percorso della mia vita. Ho perso il mio fondamentale senso di sicurezza per fissare direttamente la fonte di me stesso e vedere che era buono.

Mi sono reso conto che se ti dai la libertà e il tempo di stare con questa magnifica energia, c'è un'amicizia di amore e ingegno che ti sommergerà.

Condividi !
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Proudly powered by WordPress