Tag: meditazione guidata wesak

La pratica della consapevolezza quotidiana dell'esperienza diretta: abitudini di zen


Di Leo Babauta

Quando ho iniziato a praticare la meditazione Zen anni fa, ho pensato che fosse per farmi più calmo. Quindi è stato per rendermi meno reattivo. Quindi per rendermi meno attaccato alle cose.

Tutte queste cose accadono se meditate regolarmente, come molti di voi sanno. Ma una delle cose più utili che ho fatto è abbandonare l'obiettivo della meditazione e della consapevolezza. E sii solo con la mia esperienza.

Penso a questo come alla pratica della consapevolezza dell'esperienza diretta, ed è qualcosa che puoi fare ogni giorno, tutte le volte che riesci a ricordare. È abbastanza ordinario e anche un po 'magico.

La pratica di meditare sul respiro è come questo inizia, ovviamente: stai con l'esperienza diretta di sentire il tuo respiro, dentro e fuori, le sensazioni di respirare il tuo respiro. La tua mente vaga, noti, torni. Se ti piace, puoi etichettarlo come "pensando" prima di tornare al respiro. Ma continui a tornare, anche se rimani indietro per 5 minuti.

Questa è la pratica per l'esperienza diretta di tutto.

Il fatto è che … le nostre menti adorabili si frappongono.

L'abitudine di commentare la mente

Se l'esperienza diretta è come un film che viene sempre riprodotto, la mente è come una persona che aggiunge sottotitoli e commenti al film. Immagina un film con testo commentato costantemente intonacato su tutto lo schermo, ovunque, sempre. In realtà non avresti mai visto il film!

Questo è ciò che fanno le nostre menti. Abbiamo questa realtà miracolosa proprio di fronte a noi e le nostre menti bloccano tutto con commenti e fantasie costanti.

Alcune delle cose che le nostre menti fanno costantemente includono:

  • A giudicare se qualcosa è buono o cattivo
  • Etichettare le cose: piacevoli, spiacevoli, infelici, ingiuste, idiote
  • A giudicare se siamo buoni o cattivi, se gli altri sono buoni o cattivi
  • Essere coinvolti in una narrazione di qualcosa che è successo prima
  • Lasciati sorprendere dalla fantasia o preoccupati di ciò che potrebbe accadere in seguito
  • Essere coinvolti in una storia su ciò che sta accadendo ora, perché dovrebbe o non dovrebbe accadere

Queste cose ci rendono anche irritati, frustrati, arrabbiati, tristi, preoccupati, ansiosi. Queste non sono cose terribili, ma provengono da queste abitudini di commento della mente.

Come sarebbe se abbandonassimo l'abitudine al commento? E se avessimo appena vissuto il film senza tutte le cose extra sovrapposte?

La pratica dell'esperienza diretta

Ecco la pratica dell'esperienza diretta, presentata semplicemente:

  1. Nota le sensazioni di questo momento. Potrebbero essere i suoni. O luce. O sensazioni sulla tua pelle o nel tuo corpo. Notate qualunque cosa notiate.
  2. Sperimenta queste sensazioni direttamente, senza pensieri, etichette, commenti, fantasie, narrazioni, giudizi. Solo l'esperienza.
  3. Se stai facendo una di queste cose, nota e torna all'esperienza. Ancora ed ancora.
  4. Rilassati nell'esperienza, così come è. Non è buono o cattivo, è solo esperienza. Non dobbiamo fare nulla al riguardo. Non ha bisogno di essere cambiato. Sii curioso a riguardo – com'è adesso?

Puoi semplicemente avere l'esperienza diretta della vita così com'è. Che cosa meravigliosa.

Cosa ti porterà questa pratica? Calma, concentrazione, pace, felicità? Forse, probabilmente, sicuro. Ma la cosa che la pratica ti prende davvero sta solo vivendo la realtà così com'è. È meraviglioso, punto e basta.

Condividi !
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Proudly powered by WordPress