Tag: meditazione reiki guidata

Un metodo consapevole per quando sei stanco: abitudini zen


Di Leo Babauta

La mia famiglia e io siamo tornati in California dopo nove mesi passati a Guam, e il ragazzo è stanco delle nostre braccia! OK, tutti i nostri corpi sono stanchi, e il nostro cervello – soffriamo di jet-lag e ci sentiamo stanchi durante il giorno.

Questo non è necessariamente un problema – il jet lag è da aspettarselo, dopo tutto – ma la stanchezza può influenzare tutto nella tua vita. Mi trovo meno in grado di fare lavoro, più sopraffatto quando sono indietro su email e messaggi, meno in grado di stare al passo con abitudini sane, più probabilità di mangiare cibo spazzatura, e in condizioni peggiori.

Essere stanchi può avere effetti così enormi su di noi. E molte persone sono stanche il più delle volte, dall'essere sovraccarichi di lavoro e sottosopra.

Quindi cosa possiamo fare? Bene, ci sono i metodi abituali per cercare di dormire meglio, come l'igiene del sonno, l'impostazione di una buona dose di ora di andare a letto e di sveglia, e così via. Questi sono altamente raccomandati.

Ma cosa fai oggi, quando sei ancora stanco? Cosa puoi fare domani se anche tu sei stanco?

Ecco come cerco di praticare nel mezzo della stanchezza, che a volte è inevitabile.

  1. Riconosci che la mia batteria è scarica. Per prima cosa noto che mi sento stanco, che la mia capacità di fare le cose è più bassa del normale, che non sono così acuto o di buon umore come sono normalmente (sono normalmente un super-dinamo, lo sai!) . Portare consapevolezza al mio stato.
  2. Abbassare le mie aspettative. Accanto, accetto il fatto che non sarò semplicemente super produttivo o al massimo delle cose quanto vorrei. Riconosco e accetto che voglio solo rannicchiarmi in una palla, guardare la TV e mangiare cibo spazzatura. Con questa accettazione della mia ridotta capacità, cerco di non aspettarmi di fare troppo.
  3. Sperimenta la stanchezza. Cerchiamo di mangiare cibo spazzatura e procrastinare per non sentire la stanchezza. Invece, provo a sentirlo davvero. Ciò significa sperimentare pienamente la stanchezza, come se fosse deliziosa come qualsiasi altra esperienza. Cerco di portare la curiosità per l'esperienza – com'è? Come si sentono i miei occhi dietro le mie palpebre cadenti? Come si presenta la mia faccia? E il mio petto? Gola? Intestino? Gambe? Cerco di sentirlo come un'esperienza, non qualcosa di cui ho bisogno per liberarmi.
  4. Dammi compassione. Questo potrebbe essere così ovvio o banale che molti lettori salteranno questo passaggio, ma ti consiglio di dare a questo uno scatto vero. Mi fermo e mi concedo un po 'd'amore – mi sento stanco e giù, quindi vorrei che finisse la mia sofferenza. È la stessa sensazione se qualcuno che hai amato si sentisse ansioso o ferito – come vorresti mandargli l'amore? Fai la stessa identica cosa per te stesso. Questa è una sensazione fisica di trasmettere amore alla tua stanchezza, non a un concetto intellettuale. Praticalo adesso!
  5. Mira a piccole vittorie. Dato che ho una capacità ridotta, cerco solo di ottenere piccole vittorie quando posso. Non hai energia al mattino? Forse posso solo rispondere a un paio di e-mail. Non hai la capacità di scrivere un post sul blog? Forse posso scrivere solo due paragrafi. Quindi non sto completamente abdicando alle mie responsabilità quando sono stanco – sto solo cercando di fare una piccola quantità. Fa una differenza enorme.
  6. Se cedo alla tentazione, sii davvero presente con essa. Se decido di andare a fare la pizza o il gelato, non c'è nulla di cui sentirsi in colpa. Ma per carità, non farlo senza pensare! Se ho intenzione di mangiare il gelato, voglio essere completamente presente con la sensazione della dolcezza sulla mia lingua, il freddo nella mia bocca, andando giù per la gola. Assapora. Sperimentalo interamente.

Questo è il mio metodo consapevole, e io sono imperfetto a questo. Vi violento ognuno di questi. Ma provo a praticare, e quando lo faccio, è sempre meraviglioso.

Condividi !
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Proudly powered by WordPress