Tag: meditazione sciamanica guidata torino

Meditazione: sedersi con la tua bontà di base: abitudini zen


Di Leo Babauta

C'è una parte di noi, in tutti noi, che si preoccupa di non essere abbastanza bravi. Non va bene per avere successo, per gestire il caos della vita, per essere amato.

È il motivo per cui proviamo ansia e stress – se non siamo abbastanza bravi, cosa accadrà quando tutto crolla e non possiamo gestirlo? È la ragione dell'ansia sociale: se non siamo abbastanza bravi, cosa accadrà quando la gente lo scoprirà? È la ragione dell'attaccamento ai social media e della costante distrazione, della procrastinazione e delle abitudini malsane, e molto altro ancora.

E se ci fidassimo che siamo abbastanza bravi, che non dobbiamo fare nulla per dimostrarlo, che non dobbiamo più preoccuparci di questo?

Potremmo essere in pace. Completamente presente con il momento davanti a noi. Completamente concentrato sul compito che ci aspetta. Completamente aperto alle persone che ci circondano. Completamente innamorato del mondo così com'è.

Il modo per costruire questa fiducia è meditare sulla nostra bontà fondamentale.

La bontà fondamentale in ognuno di noi

Ognuno di noi ha, nella nostra essenza, una bontà con la quale siamo nati, questa è la nostra natura di base. Abbiamo appena imparato a non fidarci di esso e a vedere i difetti in noi stessi.

La nostra natura di base è primordiale, una natura che è prima del pensiero, libera da concetti, connessa a tutto, pura esperienza. È più facile sperimentare che spiegare, quindi raccomando la meditazione come un modo per praticarlo e imparare a fidarsi di esso.

Questa bontà fondamentale è sempre lì e, a causa di ciò, non importa quali cose caotiche stanno accadendo intorno a noi, possiamo contare su di esso. Non è necessario dimostrarlo a nessuno, o preoccuparsi che non saremo abbastanza bravi. Sta liberando.

Lo puoi sentire adesso: senti la bontà nel tuo cuore tenero, come una sensazione nel petto. Questo è solo un pezzo di esso, ma puoi sentirlo. Questo è presente tutto il tempo, ma dimentichiamo che è lì. Diventiamo ciechi ad esso.

La risposta è svegliarvi. Sedersi con esso. Per imparare a fidarsi di esso.

Una meditazione sulla bontà fondamentale

Ho registrato una meditazione che puoi praticare ogni giorno, che credo ti aiuterà a iniziare a vedere e ad avere fiducia nella tua bontà fondamentale.

Ecco la procedura di base:

  1. Inizia prendendo posto e lasciando cadere la tua consapevolezza nel tuo corpo, poi nel tuo respiro.
  2. Inizia a notare ogni respiro, come se fosse la prima volta che hai sentito un respiro. Porta la curiosità ad ogni respiro. Lo stesso tipo di freschezza dell'esperienza come se sentissi odore di bucato fresco per la prima volta.
  3. Quindi porta la stessa mente fresca del principiante al tuo cuore tenero, che è sempre lì, che sente il dolore, la tristezza e lo stress del mondo, che sente l'amore e la gioia nel mondo. Inizia a fidarti di questa bontà fondamentale.
  4. Porta la stessa esperienza fresca e aperta ad ogni sensazione, con una consapevolezza aperta che è vasta e non vincolata come il cielo blu.
  5. Pratica questa nuova consapevolezza per tutto il giorno e impara a fidarti di questa bontà fondamentale, di questo cuore tenero, di questa consapevolezza aperta.

Puoi scaricare e ascoltare la meditazione guidata qui.

Condividi !
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Proudly powered by WordPress