Tag: testi di meditazione guidata

Come fare i tuoi compiti più spaventosi del giorno, con gioia: abitudini zen


Di Leo Babauta

Nel mio Fearless Training Program, uno dei nostri membri ha parlato di come si fa molto durante il giorno, ma inevitabilmente rimanda i suoi due compiti più spaventosi, e non li fa finire.

Ti suona familiare? Mettere fuori i compiti più difficili della giornata è una condizione comune per la maggior parte di noi.

Questo non sarebbe necessariamente la cosa peggiore, tranne che questo spesso significa che il lavoro più importante non viene fatto. Il lavoro più significativo, il nostro progetto di passione o il sogno, continua a essere respinto in un altro giorno.

I nostri giorni sono troppo preziosi per questo. Li trattiamo come una risorsa illimitata, ma quanti ne abbiamo rimasti? Nessuno di noi lo sa. Ma sappiamo che è un numero limitato e sono incredibilmente preziosi.

Quindi, come possiamo cambiare questa abitudine? Smettiamo di scappare dalla paura e ci muoviamo verso di essa. Lo lasciamo diventare il nostro campo di allenamento.

Diamo un'occhiata a come allenarsi.

Creazione di un contenitore di addestramento sacro

È importante non prenderlo alla leggera. Abbiamo abitudini secolari di rimandare i nostri compiti spaventosi e difficili, e semplicemente dire "sto per cambiare" non è abbastanza.

Dobbiamo prenderlo sul serio. Il modo per farlo è creare un contenitore per il nostro allenamento. Pensala come un ring da allenamento in cui ti alleni, o un tappetino per lo yoga o una sala di meditazione. Ha dei confini che lo rendono speciale e che ti tengono nell'area di allenamento.

Pensa a questo come uno spazio sacro. È sacro perché lo hai elevato sopra tutte le altre cose ordinarie che devi fare per la giornata. In questo spazio speciale, andrai verso la tua paura e permetti ai tuoi schemi abituali di cambiare direzione.

Ecco come puoi creare quel contenitore:

  1. Avere un momento della giornata in cui ti alleni. Proprio come se dovessi andare in un dojo per allenarti – imposta un orario. Sarà la prima cosa al mattino o subito dopo pranzo? Bloccalo sul tuo calendario, imposta una sveglia e comunica agli altri che questo è il tuo spazio di allenamento.
  2. Avere un posto riservato per questo allenamento. Se si tratta di un lavoro basato sul computer (come scrivere o fare le tue finanze), spostati in uno spazio diverso per lavorare sul tuo laptop – come in un bar o in una stanza diversa nella tua casa di quanto non usi le solite attività quotidiane. Dovresti muoverti in questo spazio ogni giorno e sentire che questo è il tuo spazio di allenamento.
  3. Crea un rituale di partenza, in cui imposti la tua intenzione per la sessione di allenamento. All'avvio, invece di limitarti a eseguire l'attività, metti in pausa. Prendi un momento per essere intenzionale su come entri in questo spazio e inizia ad allenarti. Pensalo come uno spazio sacro. Stabilisci un'intenzione su come ti eserciterai durante questa sessione di allenamento: ti farai vedere pienamente e lavorerai con devozione?
  4. Lascia che ci sia solo una cosa che puoi fare durante questa sessione. Mentre sei in questo contenitore di addestramento, questo spazio sacro … non farti nient'altro che il compito che hai scelto di fare. Per me adesso, questo è scrivere questo articolo. Non mi permetto di dedicarmi ad altri compiti, di controllare il mio telefono, di pulire la mia casa, di fare qualsiasi cosa tranne questa singola operazione. Lascia che questa sia la tua regola più importante. Questo spazio sacro non è altro che allenamento nell'incertezza, spingendo nella paura, aprendosi nel mezzo del caos con gioia.
  5. Versaci dentro, con devozione. Ora fai il compito che hai rimandato, versandoti tutto il tuo essere. Fallo non solo per te stesso, ma per l'amore di coloro che servi. Ad esempio, lo sto facendo per amore di tutti voi, miei lettori. Potresti farlo per i membri del tuo team, i tuoi clienti, la tua famiglia. Come sarebbe farlo completamente, con totale devozione? Ci riversiamo mai in compiti come questo?
  6. Chiudi con un inchino di gratitudine. Imposta un timer per questa sessione (deve essere solo per 10 minuti, anche 5 se è troppo), e quando si spegne, concediti di chiudere la pratica. Non limitarti ad affrontare il prossimo compito della tua giornata. Chiudilo come se fosse la fine di una meditazione speciale, un'importante sessione di allenamento di arti marziali. Inchinatevi alla pratica e a voi stessi, per gratitudine. Rendi questo speciale. In realtà, possiamo portare questa particolarità in ogni attività.

Questo è il contenitore di addestramento. Riesci a sentire come questo eleverebbe il tuo allenamento, per creare un contenitore come questo?

Come allenarsi, con gioia

Allenarsi nel fare le cose che ti spaventano non deve essere torturato. In effetti, può essere gioioso.

Per cominciare, qual è la cosa più spaventosa nella tua lista di cose da fare? Scegli quello per la tua sessione di allenamento oggi e crea il contenitore come abbiamo detto sopra.

Quindi prova queste idee per portare gioia alla formazione:

  1. Suona un po 'di musica. All'inizio, sentiti libero di suonare della musica. Prepara un bel tè. Candele leggere se ti piace. Fai quello che serve per rendere piacevole questa esperienza. La musica può persino rendere divertente l'allenamento.
  2. Lasciati cadere nel tuo corpo. L'allenamento diventa una meditazione se lasci cadere l'attenzione nel tuo corpo, notando l'incertezza che stai provando, la sensazione fisica di esso. Dove si trova nel tuo corpo? Come si sente la sensazione? Questo è l'allenamento, essere presente con la paura, l'ansia, la resistenza, invece di scappare da esso.
  3. Resta con la sensazione, con curiosità. Dai un senso di curiosità alla sensazione, esplorala come se fosse la prima volta che hai avuto questa esperienza. Com'è, adesso? Puoi stare con esso più a lungo? Riesci a trovare gratitudine per questo? Puoi essere aperto, rilassato, persino gioioso con esso?
  4. Balla con il caos. Sentendo questa incertezza, puoi iniziare a ballare. Letteralmente, puoi ballare: lascia che il tuo corpo si muova nella musica mentre fai il lavoro. Ma anche in senso figurato: stai giocando con questa incertezza, ballando con il caos, divertendoti con qualsiasi cosa tu stia normalmente scappando. Lascia che sia un gioco, lascia che sia gioioso, lascia che sia un'avventura.

Continua a svolgere il compito che trovi spaventoso, che normalmente rimanderai, ma fallo con questo senso di consapevolezza, di danza, di curiosità e gratitudine, relax e gioia.

Condividi !
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Proudly powered by WordPress